Ospedale di Avezzano: Sit-in di protesta del Pd – Video

Ospedale di Avezzano, 11 aprile 2021 - Manifestazione di protesta del Pd provinciale contro la gestione della crisi pandemica da parte della Regione abruzzo. Pesanti accuse al presidente Marsilio, al direttore generale della Asl 1 Testa e al sindaco di Avezzano, Gianni Di Pangrazio

di Claudio Abruzzo – Foto e montaggio di Marco Di Gennaro

Sit-in di prostesta organizzato dal Pd di Avezzano fuori l’ospedale Santi Filippo e Nicola di Avezzano per denunciare la grave situazione sanitaria sul territorio e l’inedaguatezza della disposizione della zona rossa da parte del presidente Marco Marsilio. L’incontro, che ha avuto inizio alle ore 11, è durato poco piu’ di mezz’ora e si é svolto nel rigoroso rispetto delle norme anticovid: oltre alla delegazione di manifestanti erano presenti, infatti, esclusivamente rappresentati della stampa locale e regionale. Dure critiche sono state rivolte al presidente Marsilio, al direttore sanitario Testa ed al sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio.

Il Coordinatore provinciale del Pd, Francesco Piacente, ha dichiarato:

La zona rossa nella Marsica é arrivata come un fulmine a ciel sereno. La nostra terra subirà un colpo durissimo a livello economico. Una scelta inopportuna presa dal governatore Marsilio senza consultare gli amministratori locali. Siamo inoltre indignatissimi per le stucchevoli cerimonie di visibilità e spicciolo consenso che gli esponenti regionali sono venuti a fare in questo territorio nelle scorse settimane vendendo per buoni posti letto, rafforzamenti e innovazioni che non ci sono: dopo un anno anno di pandemia siamo oggi decisamente peggio ripsetto alla prima ondata“.

A rincarare la dose Lorenza Patrizia Panei, consigliere al Comune di Avezzano:

E’ chiaro che il Presidente del Consiglio Regionale Marsilio e il gruppo di cui si é circondato mancano di programmazione. Quando si mettono in zona rossa piu’ di 40 comuni in un territorio una domanda ce la dobbiamo fare: che cosa non é stato fatto per arrivare a questa soluzione? I centri per la campagna vaccinale che sono stati messi in piedi funzionano ma ad orari ridotti. Marsilio mette in piedi strutture ma non si preoccupa del personale: viene così a tagliare i nastri di 6 posti in sub-intensiva all’ospedale di Avezzano ma poi li lascia chiusi perché non ha il personale per farli funzionare. Un ospedale che sta cadendo a pezzi dove le persone vengono ricoverate in un tendone da circo e vengono lasciate al freddo e alla visita di qualche oss che passa per la distribuzione delle coperte: una situazione inammissibile anche in zone di guerra. Il personale sanitario è allo stremo, sono costretti a prendersi insulti e denunce per coprire le nefandezze di una gestione regionale. Io mi chiedo: come é venuto in mente al nostro sindaco di affiancare Testa all’inaugurazione del Centro Vaccini? Testa é lo stesso che ha la responsabilità di non aver prevenuto quello che é accaduto davanti al pronto soccorso di Avezzano l’anno scorso; é lo stesso che ha fatto azzittire il personale sanitario quando sono entrati i giornalisti nell’ospedale: un ospedale che, in alcuni reparti, é diventato un lager!“.

NOTA DEL DIRETTORE

Dal resoconto video sono stati tagliati i passaggi con le pesanti accuse rivolte al sindaco di Avezzano, dott. Giovanni Di Pangrazio. Seppur si tratta di accuse condivisibili e ampiamente meritate, abbiamo deciso di tagliarle vista la suscettibilità dimostrata dal sindaco di Avezzano, a quanto pare non abituato o incapace a ricevere critiche. Da diverso tempo, infatti, il Comune di Avezzano – evidentemente per rappresaglia a non si sa bene cosa – ha immotivatamente sospeso l’invio regolare dei loro Comunicati stampa alla nostra redazione, tanto da costringerci a inviare una segnalazione all’Ordine dei giornalisti e al Sindacato giornalisti abruzzesi.

Chi vorrà comunque visionare il video completo del sit-in di oggi, completo delle critiche rivolte al sindaco di Avezzano, potrà farlo sulla pagina facebook del PD di Avezzano, a QUESTO LINK

SULLO STESSO ARGOMENTO LEGGI:

Print Friendly, PDF & Email