Home Autori Articoli di Antonino Petrucci

Antonino Petrucci

Antonino Petrucci
85 ARTICOLI 0 COMMENTI
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.

85. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – la gamella o gavetta

Le ricordo ancora quando all'ora di pranzo i contadini tiravano fuori la “mutina”, più di qualcuno aveva il cibo conservato nelle gavette di alluminio più appresso di acciaio inox, spesso erano “residuati bellici” o per i più giovani “testimonianza” della leva militare...

84. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – gli artigiani: muratore

Il muratore è uno dei mestieri più antichi e popolari al mondo, svolto in tutte le ere e in tutti i Paesi. Molti furono i cantieri aperti, servivano maestranze per tanti lavori, c’era una gran voglia di rinascita...

83. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – gli artigiani: idraulico

A beneficiare dell’attività edilizia promossa dall’Ente Fucino e dai privati, furono anche gli idraulici, all’epoca chiamati stagnini. Anche in questo caso furono istituiti corsi professionali nei diversi paesi marsicani. L'idraulico è una figura professionale che può operare in vari ambiti dell'idraulica e termoidraulica (impianti idraulici, di riscaldamento, condizionamento...

82. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – gli artigiani: fornaio

In tempi di Riforma, il fornaio cuoceva soprattutto il pane che era preparato dalle donne in casa su una spianatoia, il lievito era sempre fresco e si passava di famiglia in famiglia. C’erano più “cotte”, dalla prima prestissimo andavano avanti tutta la...

81. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – artigiani: carradore – facocchio

L’ultimo facocchio di Luco dei Marsi: Angelo Di Gianfilippo. Questo mestiere nasce dalla sapiente quanto antica maestria di coloro che, a quello scopo, erano in grado di lavorare alcuni tipi...

80. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – gli artigiani: falegname

La Riforma Agraria diede un notevole impulso all'edilizia, sia pubblica che privata, creando opportunità di lavoro anche ai falegnami; c’erano da realizzare infissi interni ed esterni, mobili per la casa, le attività di ogni genere e i magazzini. Per questo motivo l’Ente...

79. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – artigiani: vignaioli

Prima del prosciugamento del lago, sui pendii del Fucino, si produceva della buona uva che dava un ottimo vino. In mancanza delle acque che temperavano il clima rendendolo mite, nonostante i 700 metri di altitudine, la zona...

78. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – gli attrezzi da lavoro

Dall’aratro alla seminatrice, dall’erpice al rullo, dalla falce alla zappa, dai forconi ai rampini, dalle pale ai picconi, dai campanacci alle cesoie, dalla carriola al canestro, dai secchi alle carrucole, dall’accetta alla vanga, dai ganci agli uncini, tanti gli attrezzi da lavoro...

77. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – artigiani: fabbroferraio

Il fabbroferraio (maniscalco) era un artigiano che rivestiva un ruolo importante, considerata la mole notevole di animali da lavoro che hanno animato il Fucino fino agli anni ’70. Il maniscalco è l'artigiano che esercita l'arte della ferratura (mascalcia), del cavallo, degli altri equini e...

76. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – bilance bilancioni e bascule

Questi strumenti di misura sono stati parte integrante della vita contadina, soprattutto nel dopo guerra e durante la riforma, non che non lo fossero prima o dopo, ma in quel periodo ebbero un’importanza rilevante. Non c’era negozio di alimentari che non fosse...

ULTIME INSERITE

IN EVIDENZA

Comunicati

Speciale

Multimedia