Ciciotti e De Meis, la Procura “incoccia”: a smentirla le carte nell’ufficio della porta accanto

di Angelo Venti e Claudio Abruzzo

E’ noto che le inchieste di Capistrello e Tagliacozzo, condotte dai carabinieri guidati dal maggiore Commandé e dirette prima dal sostituto Savelli e poi dal pm Padalino, non ci hanno mai convinto e siamo sempre stati critici. In passato abbiamo evidenziato alcuni granchi clamorosi presi dagli inquirenti sul tema “dell’asservimento della stampa alla politica” e poi sull’utilizzo nelle indagini di “giornalisti come agenti provocatori”. Ora a far discutere è il contenuto dell’Avviso conclusione indagini al sindaco Francesco Ciciotti e all’ex addetta stampa Annalisa De Meis.

In tale provvedimento i Pm comunicano ai due di essere indagati perché, in concorso tra loro, avrebbero commesso

atti contrari al dovere d’ufficio, ovvero per affidare l’incarico di addetto stampa del citato ente locale a De Meis previa revoca alla testata giornalistica www.marsicanews.it, Ciciotti si faceva promettere la redazione di articoli a lui favorevoli […] “.

Questa volta a smentire gli inquirenti sono alcune carte che abbiamo reperito in un Ufficio della porta accanto a quella della Procura, cioè nel Registro stampa presso la Cancelleria del tribunale.

Qui è depositato il fascicolo relativo alla testata marsicanews.com: della storia oscura e tormentata di questa testata – noi – ci siamo già occupati con questo articolo in cui ricostruiamo tutti i passaggi, anche oscuri, che hanno interessato questa testata:

AAA – Cercasi disperatamente editore e direttore marsicanews per regolamento di conti

Importanti sono le date

I Pm nel loro Avviso conclusioni indagini precisano che i reati contestati a Ciciotti e De Meis si sarebbero consumati fra il

“mese di giugno e il mese di settembre 2017”

Bene. Nel Registro stampa è documentato che – almeno tra il 27 giugno 2017 e il 7 maggio 2018 – la testata marsicanews.com era priva di Direttore responsabile e quindi per legge non poteva svolgere alcuna attività: se Ciciotti voleva un addetto stampa, insomma, doveva per forza reperirlo altrove.

LEGGI ANCHE:


Il sindaco Ciciotti: «Ricomincio da Capistrello»

Svista, fuoco amico o tiro di sponda? Inchiesta Capistrello: archiviato esposto contro SITe.it

Capistrello – Nuovo rinvio udienza preliminare per campo sportivo

Inchiesta di Capistrello – Dario Bucci, la “terza campanella” della Procura (4)

Mani pulite nella Marsica – Tagliacozzo: il “peccato originale” di un’inchiesta esemplare (3)

Capistrello – Tangenti al cimitero: ’A livella della Procura (2)

Capistrello e Tagliacozzo, radiografie di due inchieste esemplari (1)

« Esiste, dunque, un giudice a Berlino ». Mannaia del GUP sull’inchiesta di Tagliacozzo: la sentenza

Inchiesta di Tagliacozzo: una giornalista come “agente provocatore” della Procura?

TAGLIACOZZO – L’inchiesta si sgonfia: le decisioni del GUP e le dichiarazioni dei difensori degli imputati

Capistrello, “La trattativa” – Udienza del riesame …e Ciciotti si dimette

Capistrello – “L’Asservimento della stampa alla politica” sotto la lente deformante della Procura

Inchiesta di Capistrello: le cose che non si dicono

CAPISTRELLO – Arresti all’alba, impegnati 50 carabinieri

ARRESTI DI TAGLIACOZZO – Il braccialetto del sindaco

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email