Inquinamento acque: 3 centraline ARTA per i rilevamenti nel Fucino e nel Liri

Prevista per oggi l’istallazione di 3 nuove centraline dell’ARTA, per il rilevamento dei dati sulla qualità delle acque. Due saranno localizzate nel fiume Liri, la terza sul Canale collettore centrale, che raccoglie tutte le acque del bacino del Fucino, e le immette nell’Emissario.

L’ARTA, l’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente, da alcune settimane, è impegnata su più fronti nel nostro territorio: puzza della Cartiera, inquinamento Liri e incendio del Centro riciclo Casinelli srl, nel Nucleo industriale di Avezzano.

Tre emergenze i cui nodi sono venuti al pettine quasi contemporaneamente, e che sembra hanno indotto le autorità a disporre una serie di controlli a tutto campo: depuratori dei Comuni, scarichi delle industrie e attività agricole.

Le tre centraline

Ma torniamo alle tre centraline montate oggi. Tali strumenti sono propedeutici per l’individuazione delle fonti di inquinamento delle acque, sia del Fucino che del fiume Liri. Si presume che questa volta, le centraline saranno collocate a valle delle due gallerie che scaricano nel fiume le acque provenienti dal Fucino: quelle già presenti, infatti, sono oggi istallate a monte dell’emissario e poi a valle a Balsorano, cioè a molti chilometri di distanza.

Particolarmente interessante la decisione dell’Arta di collocare una delle tre centraline sul Canale collettore del Fucino, che finalmente consentirà di valutare la qualità delle acque in uscita da questo bacino imbrifero, dove insistono decine di depuratori dei vari comuni, quelli delle industrie e infine una attività agricola intensiva.

I tecnici dell’Arta hanno iniziato a battere con più insistenza il Fucino all’inizio di luglio, a seguito dell’allarme lanciato dalla nostra testata sulla misteriosa e insistente puzza che da mesi si sprigionava dalla Cartiera di Avezzano.Oltre alla cartiera, con l’occasione sarebbero stati controllati anche gli scarichi di altre aziende del nucleo industriale.

Sul versante della valle del Liri, invece, i tecnici Arta sono al lavoro perchè negli ultimi mesi vi è un forte allarme da parte di associazioni ambientaliste e Comuni per lo stato di inquinamento del fiume. Si terrà oggi pomeriggio, nella Valle Roveto, uno dei tanti incontri per discutere di questo problema.

Infine, l’incendio al Centro riciclo Casinelli srl , nel Nucleo industriale di Avezzano. I tecnici dell’Arta sono da tre giorni al lavoro intorno all’impianto distrutto dalle fiamme, impegnate nel monitoraggio dell’inquinamento di aria, acqua e terreno causati dalla densa colonna di fumo che si è innalzata nel cielo a seguito del furioso incendio che ha incenerito tonnellate di ecoballe di rifiuti.

Print Friendly, PDF & Email