Avezzano ai tempi del coronavirus: rosario di 21 metri sul cielo della città

Se le parrocchie sono interdette ai fedeli, la comunicazione della Chiesa ai tempi del coronavirus diventa digitale e si sposta sui social network e la rete, con nuove interconnessioni a distanza tra ministri del culto e fedeli.

Un enorme Rosario con 70 palloni colorati, visibili da tutta la città: è l’idea delle Suore del Sacro Cuore “Più vicini a Dio e alle persone“. 60 palloni azzurri compongono i grani principali di un gigantesco rosario, altri 10 compongono la croce e i grani del Padre nostro, per un’altezza di 21 metri.

L’idea è partita dalle Apostole del Sacro Cuore di Gesù, ispirandosi ad un progetto analogo notato nei giorni scorsi online. Spiega Suor Carla Venditti:

“Il Rosario sui tetti di Avezzano non è solo un segno o un gesto di semplice richiesta d’aiuto, è soprattutto un invito ad unirsi nel Signore. Noi trasmettiamo tutti i giorni la recita del Rosario su Facebook e centinaia di persone dalla mia pagina social, anche non necessariamente della città, ma da ogni parte d’Italia o del mondo, e pregano con noi grazie a questo importante mezzo digitale. Inoltre trasmettiamo l’adorazione, come la messa dal nostro istituto principale di Roma”.

Nei giorni scorsi le consorelle del Sacro Cuore di Gesù della casa di Roma hanno cantato e pregato sui tetti dell’istituto religioso, con un video divenuto virale.

Print Friendly, PDF & Email