Incendio centro riciclo Casinelli – Nuova ordinanza di Passerotti

Alla fine ci ha pensato la pioggia ad abbassare i valori degli inquinanti nell'aria.

Migliora nettamente la situazione dell’incendio al nucleo industriale di Avezzano che va avanti ormai da due giorni: il rogo, divampato alle ore 23 del giorno 15 luglio da un piazzale del  Centro riciclo Casinelli, distruggendo completamente la struttura e parte dei capannoni limitrofi, sembra ormai in dirittura di spegnimento. Decisamente ridimensionata anche la portata della nube tossica che si era generata dalla combustione delle moltissime ecoballe stoccate nel piazzale centro di riciclo: le analisi dell’Arta sembrerebbero rassicurare anche sul paventato pericolo di inquinamento, certificando un “decremento significativo degli inquinanti nell’aria“.

Nella tarda serata di ieri, il commissario prefettizio Mauro Passerotti ha emesso una nuova ordinanza sindacale che modifica parzialmente l’ordinanza n°158 disponendo nuovi divieti e raccomandazioni cui dovranno attenersi fino alla mezzanotte di oggi, venerdì 17 luglio 2020, i cittadini e le aziende ubicate nei pressi dell’area dell’incendio.

In particolare l’ordinanza dispone:
la sospensione di ogni attività lavorativa nelle aziende ricadenti nelle aree immediatamente adiacenti al luogo dell’incendio;
che i prodotti orticoli destinati alla vendita a terzi siano valutati conformemente alle procedure HACCP adottate dalle singole aziende produttrici;
che i prodotti orticoli destinati alla produzione domestica vengano consumati dopo accurato lavaggio e/o cottura.

Il Commissario straordinario Mauro Passerotti, inoltre, in seguito a ulteriori sopralluoghi sul luogo dell’incendio effettuati ieri sera con i Vigili del fuoco e i funzionari Asl e Arta, ha preso atto dell’insussistenza delle condizioni di rischio che precedentemente avevano giustificato le misure restrittive applicate a tutto il territorio comunale. Così, proprio in considerazione del carattere prevalentemente locale delle emissioni fumose in atmosfera, ha annullato le specifiche prescrizioni generali che, in particolare, vietavano l’attività sportiva e le attività ludico/ricreativa all’aperto su tutto il territorio comunale.

La decisione è stata presa in seguito a una relazione del Servizio Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica (sezione di Avezzano) pervenuta nel tardo pomeriggio di ieri al Comune dove si specificava come: “i campioni prelevati nel pomeriggio presso una residenza anziani, mostrano concentrazioni degli inquinanti ridotti di quasi mille volte rispetto a quelle rilevate nella zona del rogo”.

Il Dirigente pro tempore del Comando di Polizia Locale, Luca Montanari, è stato incaricato della vigilanza, controllo e verifica del rispetto del provvedimento. 

Di seguito il link all’ordinanza sindacale integrale:

Ordinanza Sindacale N.169 Reg 168 del 16 Luglio 2020

Print Friendly, PDF & Email