Emergenza Covi-19, Abruzzo – Fase 2, l’ordinanza di Marsilio: mascherine obbligatorie anche all’aperto e disposizioni per chi rientra da fuori regione

Tutte le persone che a qualsiasi titolo sono presenti nel territorio abruzzese (residenti e non) sono tenute – per i prossimi 15 giorni ovvero sino a diverso provvedimento – ad indossare la mascherina anche negli spazi aperti laddove non e possibile mantenere distanze sociali“. E’ quanto stabilisce l’ordinanza numero 54 emessa oggi dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Il provvedimento, inoltre, prevede per tutte le persone provenienti da altra Regione l’obbligo, “per i prossimi 15 giorni ovvero sino a diverso provvedimento:
al monitoraggio giornaliero della propria temperatura corporea e a comunicare tempestivamente al Siesp territorialmente competente la eventuale temperatura superiore a 37.5;
al mantenimento del distanziamento sociale di almeno un metro e dell’uso della mascherina e dell’igiene delle mani per la prevenzione della trasmissione di SARS-Cov2, anche nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio Regionale, come disposto dal DPCM del 26 aprile 2020, articolo 3, comma 2 nonché negli spazi chiusi e a livello domiciliare. Non sono soggetti al predetto obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilita non compatibili con l’uso continuativo della mascherina“.

Print Friendly, PDF & Email