Covid 19 – Avezzano: metti un tampone al Crua

Sono ormai tre i punti per effettuare tamponi ad Avezzano. Dal 10 novembre scorso è operativo il drive-through installato nella struttura del Crua (Consorzio Ricerca Unico d’Abruzzo), ex Crab.

Questo punto per effettuare Tamponi molecolari, affianca quello già in funzione vicino al casello autostradale presso il Centro smistamento merci, a cui si è poi aggiunto un terzo, gestito dai carabinieri, nei pressi della chiesa Santo Spirito.

Il drive-through nel Crua è stato fortemente voluto dal sindaco di Avezzano, Gianni Di Pangrazio. Non è un caso che quello che ha dato il via alla sua realizzazione è stato il primo verbale deliberato dalla nuova Giunta comunale: Atto Nr. 1 del 27/10/2020.

Con tale provvedimento la Giunta appena insediata ha deliberato all’unanimità di stanziare la spesa massima di 500 euro (cinquecento) per sostenere le spese di pulizia esterna, demandando tutte le altre spese, anche quelle di sanificazione, al Crua.

Tra gli impegni assunti dal Crua con l’accordo sottoscritto con il Comune, anche quello di scegliere il “Soggetto che erogherà il servizio”. E’ invece compito del competente ufficio comunale accertare il possesso da parte del gestore di tutti i requisiti necessari per poter effettuare il servizio. Al sindaco resta – quale autorità sanitaria locale – il compito di rilasciare l’autorizzazione allo svolgimento dell’attività.

Il filo rosso tra Comune, Crua, Dante Labs e…

Il Comune si accorda con il Crua, questi identifica il soggetto per gestire il drive-through nella ditta Dante Labs, con sede a Pizzoli e la ditta nomina Alessandro Barbonetti “Responsabile della struttura.

Nel sottopancia del servizio video messo in onda il 10 novembre da infomedianews.it compare, come “Responsabile struttura drive-through ex Crab”, Alessandro Barbonetti.

Barbonetti, imprenditore avezzanese e politico di medio corso della politica cittadina, risulta assunto dalla Dante labs dal giorno prima, con un contratto a termine full time di un mese: 9 novembre-9 dicembre.

Nulla da eccepire sulle qualità tecniche di Barbonetti per ricoprire tale ruolo. Ci concentriamo perciò su quelle politiche, molto performanti e con mutazioni tali che certificano un grande spirito di adattamento: caratteristica, questa, che nell’abitat politico avezzanese di certo non guasta.

Il suo è un curriculum che attraversa buona parte degli schieramenti politici avezzanesi. Esordisce nel 2007 candidandosi con la lista dei socialisti democratici dello Sdi, a sostegno di Gino Milano candidato sindaco contro Antonello Floris. Poi passa allo schieramento opposto, solo che a poche settimane dalla fine della legislatura divorzia dal gruppo PdL“Forza Avezzano, per approdare prima al gruppo misto e poi passare con il futuro canidato sindaco Lorenzo De Cesare.

Nelle elezioni del 2012 lo troviamo direttamente a destra, in “Alleanza di centro per Avezzano”: non viene eletto, ma nel 2013 rientra in consiglio a causa delle dimissioni di De Cesare, destinato ad altro incarico. Questo il suo esordio all’insediamento: «È un grande onore salire sui banchi del consiglio per operare insieme alla maggioranza, guidata dal sindaco Di Pangrazio». Nel gennaio 2016 troviamo il funambolico Barbonetti, al momento nel gruppo di “Partecipazione popolare, che insieme a Lamorgese e Gallese annuncia: “Per quanto ci riguarda è giunto il momento della resa dei conti con il sindaco Di Pangrazio, vero Belzebù della politica”.

Nelle elezioni del 2017 Barbonetti è schierato al fianco di De Angelis sindaco. A candidarsi è però la moglie Antonietta Dominici che, con il gruppo consiliare “Avezzano Rinasce”, finisce nella prima Giunta De Angelis. Alessandro Barbonetti, dal 1 dicembre 2017 fino al 25 marzo 2018 compare invece come dipendente del Comune, assunto con un contratto a tempo determinato nel Gabinetto del sindaco. Poi la lunga parentesi del Commissario straordinario Passerotti.

Nuove elezioni, nuovo giro. Nelle amministrative 2020, uno dei promotori della lista “Azione Civica” è Alessandro Barbonetti, ma anche questa volta a candidarsi e la moglie. Barbonetti comunque si schiera di nuovo al fianco del candidato sindaco Gianni Di Pangrazio: “E’ l’uomo giusto per la città”, dichiara convinto alla stampa.

Print Friendly, PDF & Email