Cartiera di Avezzano – Toc toc: “è qui la puzza?” Video e foto esclusivi

Da settimane arrivano in redazione segnalazioni di cittadini che avvertono odori nauseabondi. Le lamentele sono arrivate da Avezzano sud, dal nucleo industriale e persino da Luco dei Marsi, dove numerosi residenti si sono rivolti anche al sindaco Marivera De Rosa, chiedendo un suo intervento.

I ripetuti e insistenti avvertimenti hanno alla fine allertato i segugi della nostra redazione, che annusando l’aria sono risaliti a quella che potrebbe essere l’origine della puzza: sembra trattarsi degli impianti della Cartiera di Avezzano, situata nel nucleo industriale, a ridosso della Circonfucense. Questa la situazione che con i nostri scarsi mezzi siamo riusciti a documentare. VEDI VIDEO

Certamente non possiamo noi affermare scentificamente – e non lo facciamo – che l’origine dei nauseabondi odori è sicuramente la cartiera, tantomeno siamo in grado di dire quali siano i processi e i prodotti industriali che sprigionano tali miasmi.

Non è compito nostro fare verifiche così approfondite, e nemmeno ne abbiamo l’autorità e i mezzi: giornalisticamente ci limitiamo a segnalare – all’opinione pubblica, agli interessati e alle autorità – quanto a nostra conoscenza.

Dopo giorni e notti di appostamenti, possiamo infatti affermare che a ridosso di questi impianti della Cartiera di Avezzano, al momento dei nostri sopralluoghi, la puzza è risultata senz’altro molto più intensa e che, come abbiamo documentato con video e foto, da una delle vasche si verificano periodiche perdite di schiuma di cui ci è ignota la natura e la composizione. Per noi questi, al momento, sono gli unici fatti certi che giornalisticamente rilieviamo.

VEDI GALLERIA FOTOGRAFICA:

NOTA DELLA REDAZIONE:

Dichiariamo sin da ora che saremo lieti di pubblicare eventuali smentite, precisazioni o, meglio ancora, informazioni su processi di lavorazione, prodotti utilizzati, smaltimento dei rifiuti e trattamento di depurazione della acque utilizzate, che la Direzione della cartiera riterrà eventualmente opportuno inviarci. Come redazione ci impegniamo a darne adeguata pubblicizzazione sul notro sito, anche allo scopo di tranquillizzare la popolazione residente, che è giustamente preoccupata.

Print Friendly, PDF & Email