Avezzano – Passerotti sventa rissa al mercato e scopre falle Piano sicurezza

Video esclusivo di site.it - Sotto gli occhi del Commissario prefettizio, dimostrato il fallimento del Piano sicurezza già nel secondo sabato di mercato a Piazza Torlonia

Con coraggio e sprezzo del pericolo, il Commissario straordinario Mauro Passerotti si è buttato nella mischia sventando con la sua autorevolezza una rissa tra un ambulante e l’autista di una vela pubblicitaria.

Purtroppo il generoso intervento del solerte Commissario – che per questo gesto merita un encomio e tutta la riconoscenza della nostra redazione – mette però a nudo le falle del Piano sicurezza per l’area mercatale, da lui stesso voluto e lodato.

L’animato alterco, verificatosi sabato scorso su via Muzio Febonio alla presenza proprio di Passerotti, è la plastica dimostrazione che il Piano sicurezza approntato per il mercato settimanale del sabato a piazza Torlonia fa acqua: il nervo scoperto è quello del rispetto delle misure antiterrorismo e soprattutto della sicurezza. VEDI VIDEO:

Il Piano sicurezza approntato dal Comune parla chiaro. Alla voce “MISURE ANTITERRORISMO” si legge:

I punti di maggior rischio, in tema di salvaguardia dell’incolumità pubblica contro eventuali attacchi terroristici, sono stati individuati nei varchi di accesso alle strade del mercato; tali varchi saranno interdetti tramite il posizionamento di mezzi pesanti (automezzi ambulanti, Vele pubblicitarie, etc) […] Pertanto sui mezzi posizionati a sbarramento dei varchi individuati come accesso dei mezzi di soccorso, saranno presenti operatori pronti allo spostamento in modo tale da consentire il transito degli stessi.

Il nostro video mostra oltre ogni ragionevole dubbio – e siamo certi che a questo punto è evidente anche a Passerotti e ai suoi supporters– che queste norme non sono rispettate: quanto accaduto sabato a via Muzio Febonio è un problema serio anche per l’afflusso dei mezzi di soccorso. Sempre sullo stesso Piano sicurezza del Comune, alla voce “VARCHI DI ACCESSO E VIABILITA’ MEZZI DI SOCCORSO” si legge infatti che:

In caso di emergenza sono stati individuati percorsi contrapposti ad uso dei mezzi di soccorso da/verso l’Ospedale e da/verso il Comando dei VVF, riportati in maniera esplicita nella planimetria Tav. 02, di seguito descritti: • da via Marconi verso XXIV Maggio e via Torlonia; • da via Corradini verso via Mazzini; • da via Roma verso XXIV Maggio e Via Torlonia; • da via XX Settembre verso via Muzio Febonio, via Lolli, via Mattei, via Iatosti;

Il precedente

A creare problemi di sicurezza e di afflusso degli eventuali mezzi di soccorso è anche la disposizione stessa delle bancarelle. Il Piano sicurezza infatti prescrive che:

[…] Resta in carico all’Amministrazione Comunale localizzare i banchi in virtù delle varie dimensioni geometriche, tenendo in considerazione la larghezza e altezza minima delle strade interessate. La larghezza libera della sede stradale deve essere di almeno 3,5 metri, l’altezza di almeno 4,00 mt ed il raggio di svolta 13 metri.

Su questi aspetti, a mostrare le falle del Piano sicurezza è un altro video, quello da noi realizzato il 6 giugno, quando si è festeggiato con tanto di taglio del nastro, il primo sabato di mercato a piazza Torlonia. GUARDA:

LEGGI ANCHE:

Print Friendly, PDF & Email