Avezzano – Liceo scientifico: Full immersion di Scienza e Tecnologia …e non solo

Full immersion di Scienza e Tecnologia e non solo al Liceo Scientifico “Vitruvio Pollione” di Avezzano. Lunedì 12 marzo nella stimolante ambientazione del Teatro “Castello Orsini Colonna” di Avezzano si è aperta la “ XIV Settimana Scientifica e Tecnologica – 2018”. I saluti del dirigente scolastico, Prof. Francesco Gizzi, del Liceo Scientifico di Avezzano hanno dato il via alla serie di Conferenze previste dal 12 al 14 marzo. Dal 15 al 17 marzo le porte del liceo Vitruvio Pollione saranno aperte per L’Open Day – 3 giorni di percorsi di scienza e tecnologia.

È un evento molto atteso, quello della settimana scientifica, gli studenti e i docenti si impegnano già dai primi mesi dell’anno scolastico per la progettazione e la preparazione di quello che sarà messo in atto nella settimana dedicata alla scienza.

Il significato di questa manifestazione può essere ricercato nelle parole dell’americano Murray Gell Mann, premio Nobel per la fisica (1969), “…la comprensione dei fenomeni naturali, può aiutarci a perfezionare il nostro essere persone”, con queste parole lamentava l’incapacità della comunità scientifica a far presa sul grande pubblico.

Ogni anno il Liceo Scientifico di Avezzano profonde la scienza, la tecnologia in connubio con altre arti per celebrare il mistero della vita, dei fenomeni naturali e delle capacità comunicative tra gli uomini.

In scena ci sono gli studenti del Vitruvio Pollione armati di scienza e competenza tra i fenomeni fisici, chimici, matematici, meccanici, elettrici, DNA e codice genetico, per arrivare alla meteorologia, persino sulle scene di un crimine e all’acuto gioco degli scacchi, l’informazione per l’utilità della contraccezione, fino a raggiungere Giacomo Leopardi, le stelle e oltre!

Concretezza ed interesse alla base degli ottimi risultati che ogni anno questa manifestazione raggiunge.

Il Prof. Federico Benuzzi, insignito di molteplici titoli quali conferenziere, presentatore, giocoliere e attore, ha aperto la rassegna con “Prima, Dopo, Ora” – Conferenza sulla relatività ristretta –  che ha come obiettivo quello di rendere conscio il pubblico della grande rivoluzione scientifica determinata dalle teorie di Einstein che stravolgono i concetti di tempo e di spazio. Molto interessati i ragazzi si sono cimentati a porre domande al professore che ha saputo, magistralmente, trascinarli nelle sue disquisizioni.

Interessanti e altrettanto validi gli argomenti delle altre due giornate: La matematica che non sai di usare –  Il problema dell’ambiente e dell’energia, quale ruolo per i ragazzi del liceo scientifico – L’informazione al tempo delle fake news –  Conoscere il diabete per un futuro più sano – Conferenza a cura dell’Associazione Arma Aereonautica di Avezzano.

Nella rassegna anche il cineforum, “l’Uomo che vide l’infinito”.

Ospiti di queste giornate culturali le altre scuole di Avezzano e ben sette scuole estere attraverso il meeting Erasmus KA2, un partenariato europeo tra istituti che vede partecipi Danimarca, Spagna, Macedonia, Grecia, Belgio, Austria, Olanda.

La redazione di Site.it si complimenta e augura un buon lavoro al Dirigente Scolastico, allo Staff organizzativo i Proff. Patrizia di Giulio, Anna Maria Rubeo, Giuseppina Ruggeri, Tiziana Scenna, Rita Sorge e tutti quanti i professori impegnati. Un in bocca al lupo allo straordinario numero di alunni coinvolti dei quali citiamo i rappresentanti di Istituto: Filippo Bizzarri, Lorenzo Macera, Emanuele Reale, Alfredo Stati e Camilla Torrelli.

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email
Katia Agata Spera
Agata Spera, alias Katia Agata Spera, nasce a Castelvecchio Subequo il 27 febbraio 1963, vive ad Avezzano (AQ). È laureata in Scienze Biologiche, è ricercatrice in biotecnologie, nel ruolo tecnico, presso l’Università degli Studi di L’Aquila. È coautrice di molteplici pubblicazioni scientifiche in ambito biotecnologico su riviste internazionali https://www.scopus.com/authid/detail.uri?authorId=6603105801 La scienza, l’arte e la letteratura sono i suoi interessi. È altresì autrice di racconti e poesie. Il suo primo romanzo è Riprenditi La Vita (Anfiteatro Editore).