Turismo in Abruzzo – Marsilio alle crociate: dai pellegrinaggi alla transumanza

Il Presidente della regione Abruzzo - in versione Brancaleone alle crociate - in onda oggi su Radio 1

Marsilio, nel corso della trasmissione radiofonica “Che giorno è”, ha sottolineato che è necessario garantire infrastrutture per il “turismo dei cammini religiosi” e anche altri servizi, tipo le fontanelle per far bere i viandanti, oggi costretti a “bussare alle case” per riempire le borracce.

Questa una sintesi delle sue dichiarazioni, così come diffuse dalle agenzie:

“Servono investimenti per valorizzare il turismo dei ‘cammini religiosi‘: alcuni tracciati devono essere riportati alla luce e alla piena funzionalità. Già oggi con l’incremento del turismo nelle aree interne, la riscoperta anche della bicicletta, della mountain bike, molti di questi percorsi sono sia pedonali che ciclabili. Lo stiamo facendo anche sulle strade del grande Tratturo Magno riscoprendo e valorizzando il patrimonio legato alla transumanza e quindi ai tratturi.

Abbiamo degli investimenti pronti con il Pnrr attraverso il ministero della transizione Ecologica per fare appunto delle piste ciclabili che siano anche, ovviamente, ciclopedonali e su questo stiamo investendo molto. Siamo sicuri che però sono investimenti che portano almeno altrettanta economia di ritorno perché la bellezza dei luoghi, l’interesse, la possibilità di scoprire davvero la ricchezza di questo patrimonio è molto, molto ampia e sono certo che più investiremo su questo e più costruiremo anche un volano economico importante per il territorio“.

Print Friendly, PDF & Email