Turismo fra storia, cultura e ambiente con gli Amici dell’Emissario

Foto di: Palma Tiburzi

Capistrello – Sono ripartiti di buona lena, gli Amici dell’Emissario, con le loro escursioni allo sbocco della galleria realizzata dall’imperatore romano Claudio, nel 52 d.C. proprio sotto il borgo antico di Capistrello. L’opera rimasta per secoli ostruita, fu poi restaurata e resa funzionale nell’800, dal principe Alessandro Torlonia.

Il 3 luglio scorso, un nutrito gruppo, una decina di persone, ha potuto visitare il sito archeologico diventato luogo del cuore FAI nel 2017. Particolarmente entusiasti i più giovani della compagnia, che hanno voluto portarsi via la maglietta ufficiale degli Amici dell’Emissario come ricordo della bella giornata trascorsa lungo il fiume Liri.

L’associazione, guidata dalla presidente Giuseppina Di Domenico, è da tempo un punto di riferimento riconosciuto per l’intensa e infaticabile opera di divulgazione delle vicende legate alla costruzione della galleria per il prosciugamento del lago Fucino.

Quest’anno, a 160 anni esatti dal prosciugamento del lago, gli Amici dell’Emissario, propongono alcune date ufficiali, nell’ambito delle quali si potrà visitare l’area archeologica inserita in un contesto naturalistico e ambientale unico nel suo genere, ascoltando i racconti degli accompagnatori che rievocheranno storie e aneddoti che si perdono nel tempo, fino a 2000 anni fa.  

Il calendario prevede uscite ufficiali nelle seguenti giornate: 17 luglio, 9 e 13 agosto ma il direttivo dell’Associazione fa sapere che a queste date se ne potranno aggiungere eventualmente altre, in particolare nei weekend, su prenotazione. L’11 settembre è in programma il tradizionale trekking dell’Emissario.

Per le informazioni è possibile visitare il sito www.amicidellemissario.it oppure telefonare ai seguenti numeri 3489528242 – 3317310562 – 3490855212   

Print Friendly, PDF & Email