Tangredi (Fim-Cisl) duro con Assut Europe S.p.A. di Magliano dei Marsi

Magliano dei Marsi – Il Segretario Territoriale della Fim-Cisl, Antonello Tangredi, ha chiesto la convocazione della Commissione di Conciliazione per rappresentare le istanze delle dipendenti della ASSUT Europe S.p.A. di Magliano dei Marsi, azienda farmaceutica che produce suture chirurgiche di alta qualità e distribuisce dispositivi medici.

Nella sostanza, le dipendenti dell’azienda hanno chiesto il supporto del sindacato per affrontare alcune criticità sopravvenute negli ultimi tempi, fra queste, la soppressione del servizio mensa dall’ottobre del 2019 a cui non ha mai fatto seguito alcuna soluzione di natura compensativa.

In sede di commissione, il sindacato ha intenzione di fornire tutti gli elementi utili a determinare le spettanze dovute a ogni dipendente ASSUT che, da quella data, non ha più beneficiato del servizio mensa per decisione unilaterale dell’azienda.

Nella circostanza verrà affrontato anche il tema delle minori spettanze percepite da alcune dipendenti in relazione ad una presunta sbagliata interpretazione del Contratto Collettivo Nazionale da parte dell’azienda circa le indennità previste nelle turnazioni del personale.   

Il sindacato afferma che alcune dipendenti avrebbero lavorato anche ben sette giorni consecutivi ed oltre, senza soluzione di continuità, bel al di là delle 40 ore settimanali e in totale difformità rispetto a quanto previsto per legge. Tangredi fa sapere che chiederà una verifica sui cartellini delle timbrature.

«Chiederò l’accertamento dei libri presenza aziendali, oltre all’esibizione delle buste paga, anche di altri dipendenti che, per ragioni svariate, preferiscono rimanere nell’anonimato ma è chiaro che sono nella condizione di favorire, all’atto della futura conciliazione, le prove di quanto affermo.» Queste le sue parole che non lasciano spazio alle interpretazioni

Print Friendly, PDF & Email