Tagliacozzo – week end di celebrazioni in onore della Festa del Volto Santo e della Municipalità

COMUNICATO STAMPA

E’ ricco di eventi istituzionali, religiosi e culturali il programma 2019 delle celebrazioni in onore del Volto Santo a Tagliacozzo.

Tale festa, che si svolge da secoli il sabato e la domenica dopo Pasqua, è da sempre la festa della Municipalità. In data imprecisata, tra il XVII e il XVIII sec., un Principe di Casa Colonna, Duca di Tagliacozzo, fece dono alla locale “Università” del dipinto raffigurante l’immagine del Cristo sofferente impressa sul velo della Veronica, la pia donna che sulla strada del Calvario volle detergere il volto di Gesù dal sangue e dal sudore della passione.

Molte le novità che l’Amministrazione Giovagnorio ha voluto introdurre, pur nel rispetto delle movenze fondamentali dell’antica tradizione, rispetto agli anni precedenti: innanzitutto si inizierà venerdì 26 aprile con un’interessante convegno dal titolo “Gesù e la Sindone tra storia e scienza” organizzato dalla locale Associazione dei Carabinieri in congedo e dall’Associazione Nazionale dei Cavalieri della Repubblica Italiana – Sezione di “Roma Mare”. All’incontro interverranno la Prof.ssa Emanuela Marinelli che tratterà i temi “La Sindone tra storia e scienza” e “La flagellazione e la crocifissione dell’uomo della Sindone” e la Prof.ssa Rita Libertini che invece parlerà di “Gesù la storia e le fonti” e “La flagellazione e la crocifissione romana”. L’incontro sarà introdotto dai saluti del Sindaco Vincenzo Giovagnorio e sarà concluso dal Parroco Don Bruno Innocenzi e da Mons. Luca Alimandi della Segreteria di Stato vaticana.

Sabato 27 aprile, alle ore 12, nella Sala consiliare si terrà, come ormai consuetudine instaurata da questa Amministrazione, il Consiglio comunale in forma straordinaria e solenne per il conferimento delle Cittadinanze onorarie e di altre civiche benemerenze.

Riceverà la Cittadinanza onoraria alla memoria Santa Giovanna Antida Thouret, fondatrice della Congregazione delle Suore di Carità, che esattamente duecento anni fa, soggiornò in Tagliacozzo e volle lasciare a giovamento della Città una comunità di Suore che hanno operato un’intensa attività spirituale e materiale per la popolazione dedicando il loro apostolato all’istruzione e all’educazione della gioventù e assistendo gli ammalati. E’ prevista la presenza delle Madre Generale della Congregazione Suor Nunzia De Gori alla quale il Sindaco affiderà in custodia un importante documento del 1818 in cui è presente la firma autografa della Santa Fondatrice.

Cittadinanza onoraria anche al Dott. Angelo Paoluzzi, giornalista e scrittore, già direttore del quotidiano “L’Avvenire”, redattore de “L’Osservatore Romano”, de “Il Popolo” e di numerose altre testate nazionali. La motivazione del conferimento recita: “in virtù dei suoi alti meriti letterari, giornalistici e di ricerca storica sulla nostra Terra”.

Cittadinanza onoraria poi all’On. Prof. Antonio Attili, già Deputato al Parlamento italiano, scrittore e storico locale. La motivazione recita: “In virtù dei suoi alti meriti di rappresentante istituzionale nelle Legislature XIII e XV, nonché per le pubblicazioni che attestano il suo grande affetto e il suo attaccamento alla storia e alle tradizioni della nostra Terra”.

Le altre Onorificenze civiche concesse sono: l’Attestazione di Pubblica Riconoscenza al Gruppo degli Alpini di Tagliacozzo, per aver tenuto vive ed aver tramandato le tradizioni del loro glorioso Corpo militare, del quale tanti tagliacozzani hanno fatto parte, per aver onorato la memoria dei caduti e per l’opera di ausilio nei confronti delle persone diversamente abili che sono ospitate nel locale Centro Anffas.

Un Attestato di Benemerenza della Città di Tagliacozzo al Sig. Domenico Anzini, per la sua esemplare e longeva attività sportiva – oltre ottant’anni – decano degli sportivi marsicani e “Senatore” della Maratona di Roma.

Medaglia della Città di Tagliacozzo “Andrea Argoli” alla Dottoressa Simonetta Santini, Direttore Generale della ASL1 Abruzzo, per le acquisite benemerenze nel campo della scienza medica e per il suo impegno sanitario e amministrativo.

Medaglie della Città di Tagliacozzo “Ascanio Mari” a tre valenti artisti: Attilio Salciccia, Gabriele Altobelli e Rodolfo Angelosante per le acquisite benemerenze nel campo delle arti figurative, per la loro sensibilità e per la loro collaborazione alle iniziative culturali del Comune.

Infine la Borsa di studio per tesi di laurea magistrali aventi come tema Tagliacozzo, quest’anno andrà al celanese Mirco Crisante, neo dottore in Architettura, che ha discusso la tesi: “Il Palazzo ducale di Tagliacozzo: dall’analisi al progetto di riuso”.

Nel pomeriggio di sabato, alle ore 18, nella Chiesa Madre dei Santi Cosma e Damiano, si entra nel vivo dei festeggiamenti con la consegna del celebre quadro del Volto Santo, proprietà della Municipalità, da parte delle Monache benedettine di clausura che ne sono custodi, al Sindaco. Presenti la Giunta, il Consiglio comunale e molte autorità sovracomunali civili e militari. Officerà la Santa Messa, come da tradizione, il Vescovo dei Marsi Mons. Pietro Santoro.

La novità, introdotta fin dall’anno scorso dall’Amministrazione, è il suono di sette “chiarine” che sottolineeranno i momenti più salienti della manifestazione. Le chiarine, chiamate anche clarine, sono delle trombe naturali, in uso fin dall’epoca romana, ma in particolar modo nell’Italia dei Comuni. E’ infatti lo strumento caratteristico del cerimoniale laico delle municipalità.

Dopo la Messa dell’esposizione, nel Teatro Talia avrà luogo il concerto di musica classica in onore del Volto Santo e delle Autorità intervenute, diretto dal Maestro Prof. Luigi Poggiogalle.

Domenica 28 aprile, il clou della Festa è il Pontificale delle ore 10.30 nella Chiesa Madre, presieduto da Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale francese Dominique Mamberti, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, in presenza del Clero cittadino e di numerosi Sindaci provenienti dalla Provincia di L’Aquila e dal resto della Regione. A seguire, la solenne processione in Piazza dell’Obelisco accompagnerà il Quadro del Volto Santo scortato dai Cavalieri degli Ordini equestri di Malta, del Santo Sepolcro e Costantiniani. Presenti anche la locale Confraternita di Sant’Antonio Abate e dei Santi Martiri di Celano, tutte le Associazioni di volontariato e dei Militari in congedo.

L’antico e suggestivo rito della Benedizione, da un balcone della Piazza appositamente parato, sarà preceduto dall’omelia del Cardinale. Proprio in questo istante la bellissima Fontana dell’Obelisco schizzerà oltremisura in alto l’acqua e il suono festoso delle campane e della banda cittadina solennizzeranno il momento culminante della festa. Mentre i bambini eleveranno al cielo – come consuetudine – le uova pasquali e i tipici dolcetti “colombelle e cavallucci”.

Il piano di sicurezza quest’anno non prevedrà il “conta persone” per gli accessi in Piazza dell’Obelisco poiché con la revisione della circolare Gabrielli, operata da Salvini nel luglio dell’anno scorso, sono stati elevati ad una maggiore flessibilità gli indici numerici per le presenze delle persone nelle pubbliche manifestazioni (da 1,2 a 2 persone a metro quadrato). Il tecnico incaricato, Arch. Carlo Tellone ha predisposto, d’intesa con l’Ufficio Tecnico Comunale, con i Vigili Urbani e con i Vigili del Fuoco, tutte le misure di safety e security imposte ormai delle severe disposizioni ministeriali.

Nel pomeriggio, dopo la Santa Messa celebrata dal Parroco di Alto la Terra Don Emidio Cerasani, il Sindaco restituirà il Volto Santo alle Monache. Alle 18.00 è previsto il concerto itinerante per il centro del Complesso Bandistico della Città di Tagliacozzo.

Print Friendly, PDF & Email