Tagliacozzo – Il sogno di Laura

Come simbolo di ripartenza e speranza in questo delicato periodo della nostra storia, la professoressa Laura Micalizio propone ai lettori di Site.it la visione del suo libro illustrato, “Il borgo di Corradino nel III millennio”, in forma di puntate cadenzate secondo date precise, dedicandolo e donandolo, principalmente, a tutti gli studenti di ogni ordine e grado delle scuole regionali e nazionali. Un libro a “fumetti”, redatto nel 1995, in cui l’autrice presenta con assoluta fedeltà “La battaglia di Tagliacozzo” con una narrazione fresca, semplice e resa affascinante dalle immagini a colori. Protagonista è Corradino di Svevia, ultimo discendente degli Hohenstaufen e protagonisti sono i giovani del nostro tempo. Da scenario: il borgo medioevale di Tagliacozzo e i Campi Palentini di Scurcola.

In seguito alla pubblicazione del libro nasce il sentiero Corradino, una creazione della stessa Micalizio, tra i comuni di Tagliacozzo e Sante Marie.

Oggi l’amministrazione di Sante Marie sta ridisegnando il famoso Sentiero che Corradino, l’ultimo rampollo degli Hohenstaufen, si presume possa avere percorso, dopo aver lasciato Roma, per raggiungere i campi palentini dove avvenne la famosa battaglia. Le dieci bacheche disseminate nel territorio abruzzese presentano, ognuna, alcune illustrazioni del testo con la fedele spiegazione storica.

Il libro “Il borgo di Corradino nel III millennio” di Laura Micalizio si lega al Sentiero di Corradino. Infatti in esso è sottinteso il significato che Corradino dà alla sua venuta in Italia, specificato in una lettera alla città di Pavia: “Per universam Italian faciemus pacem et concordiam generalem”. Questo era il sogno di Corradino :”La pace e l’unificazione d’Italia”.

Il Sentiero Corradino, nato intorno al 2000, viene oggi percorso da turisti provenienti da tutta Europa, affascinati dalle bellezze del paesaggio e dall’ospitalità della popolazione dei borghi che il sentiero attraversa. Intorno ad esso sono nate molteplici attività e molte altre ancora saranno messe in atto in tempi migliori.

Da un’intervista alla professoressa “a Tagliacozzo tramontò il sogno imperiale del principe Corradino di Svevia della Casa degli Hohenstaufen. Indubbiamente, la Battaglia di Tagliacozzo, svolta nei campi palentini, fu un evento epocale che cambiò le sorti della nostra penisola con la fine della dominazione sveva e l’inizio di quella angioina e che incise profondamente sull’assetto politico europeo. Fu la fine del Sacro Romano Impero e l’inizio degli Stati nazionali“.

La Prof. Micalizio ribadisce che dopo questa sanguinosa battaglia, che lasciò nei campi palentini circa diecimila morti, molte altre guerre hanno macchiato la storia del mondo. Nel secolo ventesimo, dopo la seconda guerra mondiale, dopo lo stermino degli ebrei, dopo Hiroshima, il Vietnam e dopo l’11 settembre, si credeva di poter tirare un sospiro di sollievo, di poter respirare la pace. Non è stato e non è così. L’uomo oggi sta perdendo la speranza. Attraverso il suo libro a fumetti vorrebbe lasciare ai giovani un messaggio d’amore.

Allora veramente la giovane anima del principe svevo troverà quella pace che il Poeta invano affidava alla vendetta dei Vespri; allora gli spiriti degli eroi di tutte le guerre e di tutti gli eserciti troveranno pace e giustificazione al loro sacrificio”.

Il leitmotiv del libro di Laura è un sogno “la pace tra i popoli”. Il pensiero dell’autrice, espresso in una forma senza dubbio originale, si evince dalla lettura del libro.

Questa importante intuizione della professoressa, messa in atto già da moltissimi anni, è oggi più che mai attuale, in un momento in cui è necessario incentivare il turismo nazionale.
Infine, si vuole ricordare in questo contesto e cosa assolutamente non trascurabile, che il 29 maggio è nato il nostro Dante Alighieri. Egli ha tramandato il nome di Tagliacozzo, facendo riferimento alla battaglia di Corradino di Svevia, attraverso i suoi famosi versi nella Divina Commedia:

… e là da Tagliacozzo dove senz’armi vinse il vecchio Alardo…

Ed è proprio da questi versi che è nato l’intero progetto della professoressa Laura Micalizio.

L’auspicio della Micalizio è che la visione del libro accenda nelle coscienze la convinzione che la missione dell’uomo nel mondo è quella di favorire la cultura della vita e non della morte, di diffondere gioia e non sofferenza, di cancellare ciascuno nel proprio ambito le tracce dell’errore e dell’orrore e che nell’amore per gli altri è la salvezza per tutti.

A seguire le prime nove pagine del libro “Borgo di Corradino nel III Millennio“. Per un migliore approccio all’argomento si consigliano queste LETTURE DI APPROFONDIMENTO.

Laura Micalizio è nata il 20/12/1943 a Collesano (PA). E’ vissuta a Roma dal 1943 al 1966. Vive, oggi, a Tagliacozzo(AQ) dove ha insegnato nella locale scuola media. E’ fondatrice del’Associazione Culturale “Luigi Micalizio” dedicata al fratello scomparso prematuramente. Sito:www.lauramicalizio.it

Print Friendly, PDF & Email
Katia Agata Spera
Agata Spera, alias Katia Agata Spera, nasce a Castelvecchio Subequo il 27 febbraio 1963, vive ad Avezzano (AQ). È laureata in Scienze Biologiche, è ricercatrice in biotecnologie, nel ruolo tecnico, presso l’Università degli Studi di L’Aquila. È coautrice di molteplici pubblicazioni scientifiche in ambito biotecnologico su riviste internazionali https://www.scopus.com/authid/detail.uri?authorId=6603105801 La scienza, l’arte e la letteratura sono i suoi interessi. È autrice di romanzi e poesie.