Sanità, Fedele (M5S): “Ad Avezzano i servizi non ripartono”

Il consigliere 5 stelle: "dopo due mesi tutto fermo, il dg Testa chiarisca su riaperture e personale".

“Sono passati due mesi da quando l’ordinanza del presidente Marsilio ha ripristinato i servizi sanitari, anche nell’ospedale di Avezzano, eppure ci troviamo ancora con reparti che lavorano a mezzo regime e con una carenza cronica di posti letto e personale”.

Giorgio Fedele

Ad affermarlo il consigliere regionale Giorgio Fedele (M5s) che denuncia come la situazione piu’ critica resta quella della chiusura del Day Surgery “che ad oggi sembra non rientrare nei piani della maggioranza di centro destra. Parliamo di un reparto, fiore all’occhiello dell’ospedale di Avezzano, che snellisce in modo sostanziale le liste di attesa e soprattutto i costi per la Asl 1. Parliamo di circa 2500 interventi annui e, se si tiene presente che il costo medio per ogni giorno di degenza si aggira fra i 700 e gli 800 euro e che in assenza del Day Surgery sarebbero necessarie almeno due notti di ricovero per ogni paziente da trattare, il costo in piu’ che la nostra sanita’ sarebbe chiamata a sostenere e’ facile da calcolare“.

Dalla Giunta, quindi “nessuna azione concreta” cosi’ come dalla Asl, prosegue. Atteggiamento che, dice ancora Fedele, “si concretizza in un caos registrabile in tutta l’offerta sanitaria del nostro territorio. Ho chiesto ufficialmente, con nota protocollata, al direttore generale Roberto Testa che ci vengano comunicati i tempi di riapertura, gli spazi in cui si ritiene di poter sistemare i reparti e soprattutto con quale personale. Domande a cui attendo risposte chiare e celeri, anche in funzione del potenziamento del reparto di Terapia Intensiva e semi intensiva che il Governo ha finanziato con fondi statali e per i quali – conclude – voglio avere maggiori dettagli sul loro effettivo impiego“.

Print Friendly, PDF & Email