Rigopiano – Ex capo della Mobile chiede scusa ai familiari delle vittime

Rigopiano, l'ex capo della mobile chiede scusa a familiari vittime dopo la denuncia che ha portato ad indagare 4 carabinieri.

L’ex capo della Mobile di Pescara, Pierfrancesco Muriana, ha inviato una lettera di scuse al Comitato Vittime di Rigopiano, dopo gli sviluppi della sua denuncia che ha portato all’iscrizione di quattro carabinieri nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta quater che ipotizza il falso materiale e ideologico dopo le telefonate fatte dal cameriere dell’albergo la mattina del 18 gennaio. La lettera di Muriana si riferisce al modo in cui furono gestite le telefonate di allarme arrivate in Prefettura dal cameriere Gabriele D’Angelo, poi morto con altre 28 persone nel resort distrutto dalla valanga il 18 gennaio 2017.

Pierfrancesco Muriana

Voglio innanzitutto chiedere scusa – scrive Muriana come uomo delle istituzioni per le disgustose ed assurde vicende che voi, familiari delle vittime di Rigopiano, siete da tempo costretti a vivere, in preda ad un comprensibile e crescente sgomento“.

Print Friendly, PDF & Email