Regione Abruzzo – Acerbo, "il marchettone leghista di fine anno"

La Lega come il PD: milioni di euro distribuiti senza bando con emendamento marchetta. Penalizzati i comuni senza santi in paradiso. E' questo il cambiamento?

Maurizio Acerbo

COMUNICATO STAMPA

Nella mia regione la Lega ha ottenuto un enorme successo elettorale eleggendo alle ultime elezioni 10 consiglieri regionali. Gli eletti sono per la maggior parte riciclati del vecchio centrodestra (nei comuni non mancano trasformers provenienti dal centrosinistra). Al primo bilancio regionale la nuova maggioranza di centrodestra con presidente di Fratelli d’Italia e fortissimo ruolo della Lega si segnala per un emendamento- marchettone distribuendo qualche milione di euro di contributi a una lista di comuni amici senza alcun bando.Nel 2015 avevamo giustamente criticato D’Alfonso https://www.ilcapoluogo.it/2015/03/10/dalfonso-40mila-euro-a-pioggia-ai-comuni-amici/ ma evidentemente il vizio è bipartisan. La differenza è che D’Alfonso si era confezionato una delibera ad hoc, in questo caso è il consiglio stesso a distribuire.Meno di un centinaio di comuni su 305 ricevono un contributo che va dai 20.000 ai 100.000 in assenza di bandi e criteri di selezione che non siano la conoscenza di qualche consigliere o assessore. Siamo di fronte alla peggior politica. quella clientelare che occupa la cosa pubblica per farne un uso privato. I sindaci e le giunte non ricevono i fondi per capacità progettuale o per esigenze della popolazione ma in quanto elargizione feudalein cambio di supporto politico.C’è da domandarsi dove fosse l’opposizione di centrosinistra e M5S. Saranno queste le novità che vogliono esportare in Emilia-Romagna?

Maurizio Acerbo, segretario nazionale Rifondazione Comunistaex-consigliere Regione Abruzzo

Print Friendly, PDF & Email