Quarto corso per tutori volontari minori stranieri non accompagnati in Abruzzo

COMUNICATO STAMPA

Al via il quarto corso per diventare tutori volontari per minori stranieri non accompagnati in Abruzzo

I tutori volontari sono privati cittadini disponibili a esercitare la rappresentanza legale di un minorenne straniero arrivato in Italia senza adulti di riferimento. Si applicano le norme della legge 7 aprile 2017, n. 47 “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati” e successive integrazioni e modifiche. Il tutore volontario assume la tutela di un minore straniero non accompagnato (MSNA) o di più ‘minori’, nel numero massimo di tre.
Il tutore volontario, nel superiore interesse del minore:

  • assicura che sia garantito alla persona di minore età l’accesso ai diritti senza alcuna discriminazione;
  • promuove il benessere psicofisico della persona di minore età;
  • vigila sui percorsi di educazione e integrazione, tenendo conto delle sue capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni;
  • vigila sulle condizioni di accoglienza, sicurezza e protezione;
  • amministra l’eventuale patrimonio della persona di minore età.

Per candidarsi a divenire tutore volontario bisogna:

  • aver compiuto 25 anni, avere un’adeguata e comprovata conoscenza della lingua italiana;
  • godere dei diritti civili e politici;
  • non aver riportato condanne o avere in corso procedimenti penali.

Per iniziare il percorso per divenire tutore volontario è necessario svolgere il corso di formazione (24/30 ore) organizzato in Abruzzo, dalla Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza con il supporto dell’Ufficio di Supporto all’Asilo (EASO), per poi confermare la propria disponibilità a essere nominati tutori volontari dal tribunale per i minorenni. Dopo aver seguito il corso di formazione e aver confermato la propria disponibilità, gli aspiranti tutori volontari saranno inseriti nell’elenco istituito presso il tribunale per i minorenni della regione di residenza o domicilio. Sarà il giudice a decidere di nominare il tutore volontario traendolo da tale elenco.

Inviando la candidatura ENTRO IL 10/09/2019 si potrà prendere parte al corso di formazione che verrà organizzato in Abruzzo dal 20 al 22 settembre 2019. Il corso sarà aperto ad un massimo di 50 partecipanti. La partecipazione al corso sarà determinata in base all’ordine di arrivo delle domande. Il modulo di domanda è scaricabile dal sito https://www.garanteinfanzia.org

I tutori volontari oggi vengono supportati dal progetto di monitoraggio della tutela volontaria per i minori stranieri non accompagnati che l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia) è chiamata a svolgere dalla legge 47/2017. L’iniziativa è finanziata con le risorse europee del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI), gestito dal Ministero dell’interno. L’iniziativa punta ad assicurare capillarmente sul territorio nazionale diritti e opportunità nelle fasi di accoglienza e integrazione ai minori stranieri non accompagnati presenti in Italia valorizzando l’operato dei tutori.

In Abruzzo vengono effettuati incontri ciclici tra tutori e con le Comunità di accoglienza, al fine di sostenere il percorso dei tutori e supportarli nella loro pratica quotidiane.

Inviando la candidatura ENTRO IL 10/09/2019 si potrà prendere parte al corso di formazione che verrà organizzato in Abruzzo dal 20 al 22 settembre 2019. Il corso sarà aperto ad un massimo di 50 partecipanti. La partecipazione al corso sarà determinata in base all’ordine di arrivo delle domande. Il modulo di domanda è scaricabile dal sito https://www.garanteinfanzia.org

Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza – Stampa e comunicazione AGIA, via di Villa Ruffo, 6 – 00196 Roma 06 6779 6551 – ufficiostampa@garanteinfanzia.org  – www.garanteinfanzia.org

UOL Abruzzo: Andrea Salomone
Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza
Tel. 3477450626 – Mail. azionifami.abruzzo@tutelavolontaria.i

Print Friendly, PDF & Email