Più treni sulla linea AVEZZANO/PESCARA e viceversa dall’8 Settembre – Cambise (Pd), “la Pescara-Roma ha bisogno di una grande cura del ferro”

COMUNICATO STAMPA

Registriamo positivamente l’apprezzamento da parte del Sindaco di Celano dei 3 treni in più  che collegheranno Avezzano a Pescara  dall’8 settembre. I treni di andata partiranno la mattina da Avezzano per Pescara alle ore 06:30  (Nei giorni festivi e feriali) ed alle ore 07:20 (Nei giorni feriali) con autobus sostitutivo fino a Sulmona. L’ultimo treno partirà nel  tardo pomeriggio da Pescara per Avezzano alle ore 18:21 (Nei giorni feriali) con autobus sostitutivo da Sulmona per Avezzano.

Il Sindaco chiede di mettere da parte i campanilismi sterili e le rivendicazioni strumentali e di operare per il bene di tutta la comunità Marsicana. 

Molto bene, facciamolo.

Allora non parlerò dei continui solleciti alla Regione ed a Trenitalia Abruzzo del PD di Avezzano sin dal 2015 per migliorare la linea (Ancora ad un solo binario), né della circolazione di nuovi treni musicali ATR 220 Tr Swing ed ETR 425 Jazz (Promessi ma mai visti).

Ricordiamo, però, che il 21/12/2018 con nota n. 360567 la precedente Giunta Regionale aveva fatto richiesta formale a Trenitalia di introdurre una nuova coppia di treni.

Parliamo oggi del  miliardo e 556 milioni di euro per la direttrice Pescara – Roma, che si trova nel contratto di programma RFI-MIT stanziato dalla precedente Giunta Regionale.

Ci sono le risorse, ma entro  dicembre prossimo si dovranno attivare e completare  le procedure riferite alla progettazione esecutiva. Altrimenti, le risorse finiranno altrove.

Uniamo dunque le forze per spingere questa Amministrazione Regionale a mantenere gli impegni presi e già` finanziati.

Occorre inserire la Marsica e l’Abruzzo all’interno del Corridoio intermodale  Tirreno – Adriatico. Gli esperti di portualità,  Ing.  Nervegna  Antonio ed il sociologo  Di Pretoro Euclide, portano avanti da anni una documentata proposta di alleanza tra i porti abruzzesi e il porto di Civitavecchia, nella logica di un Corridoio strategico per lo sviluppo dei traffici est-ovest, ma anche delle aree interne. L’alleanza tra i porti  di Pescara, Ortona, Vasto e Civitavecchia è già sancita da una intesa firmata nel 2016 dall’ex Governatore della Regione Abruzzo, Sen. Luciano D’Alfonso, e dal Governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Forse la vicinanza dell’area politica di appartenenza del Sindaco aiuta il dialogo, per cui si spera che questo accada al più presto.

In realtà, si ha scarsa fiducia che i tempi siano veloci, visto lo stato di letargia che avvolge la Sanità Abruzzese o il problema dei Trasporti dove si viaggia ancora ad una sola corsia nel traforo del Gran Sasso e dove ancora incombe la spada di Damocle degli aumenti del 18% sulla A24/A25 il prossimo 30 Novembre.

Chiediamo ancora  al Governatore che abbia a cuore  i reali problemi dell’Abruzzo, tra i quali c’è anche quello urgente del trasporto ferroviario,  evitando così che molti   vadano in piazza a dimostrare contro un Governo che finalmente c’è e che sembra prospettare   il  non aumento dell’ IVA

Aurelio Cambise

Print Friendly, PDF & Email