Pensioni indebite – Processo Mascitelli: medici sul banco dei testimoni

Nuova puntata del procedimento nei confronti del novantunenne Guglielmo Mascitelli, accusato dalla Procura di Avezzano di aver percepito indebitamente dall’Inps una indennità di accompagnamento dal 2013.

Di questo processo avevamo già scritto QUI.

Nell’udienza di ieri, tenutasi davanti al Gup Marianna Minotti, è stato ascoltato il dottor Enzo Chiarilli, consulente di parte della procura e medico di base del Mascitelli dall’anno 2007. Il Mascitelli non ha partecipato all’udienza– a detta del difensore Antonio Valentini – per problemi di salute: era invece presente in aula, seduto accanto al difensore, il genero Arnaldo Aratari.

Il dott. Chiarilli ha risposto alle domande della pubblica accusa, della difesa e del giudice seppur in maniera vaga e a volte con qualche contraddizione. Il medico ha così risposto:

A partire dal 2012 ho visto un grave peggioramento delle patologie fisiche del mio assistito: condizioni patologiche che riguardavano anche la vista del mio assistito e che, nel 2017, lo hanno spinto a chiedere la pensione per cecità. Il soggetto per me necessitava di assistenza, comunque ricordo che fino al 2012 si presentava da solo al mio ambulatorio per farsi visitare”.

Secondo la Procura, invece, il Mascitelli sarebbe stato “autosufficiente in tutte le funzioni del vivere quotidiano” almeno fino al 2013, anno in cui gli fu riconosciuta l’indennità di accompagno. Gli inquirenti avevano infatti accertato che l’anziano aveva ottenuto i rinnovi della patente fino all’anno 2013 producendo certificazioni cardiologiche e neurologiche nelle quali altri specialisti – precisamente nel 2011 e nel 2012 – attestavano invece il suo perfetto stato di salute.

Nel corso dell’esame del testimone così ha invece puntualizzato il procuratore Andrea Padalino:

Mascitelli è stato fotografato, è stato intercettato mentre stava da solo a casa, rispondeva al telefono, buttava la pasta, giocava a carte, annaffiava il giardino”.

A confermare le affermazioni del Pm sono anche le riprese video effettuate dagli uomini della giudiziaria nel 2015, in cui si vede l’imputato alla guida di un autoveicolo elettrico in giro per Gioia dei Marsi, comune di residenza.

GUARDA IL VIDEO

La prossima udienza si terrà il 9 ottobre

In quella sede verrà ascoltata la dott.ssa Lechiara del Centro Uva di Pescina, specialista in geriatria, che nel 2013 aveva redatto un certificato medico nel quale attestava che Mascitelli era affetto da seri problemi psichici e neurologici, morbo di Parkinson e altre gravissime patologie che gli impedivano di condurre una vita normale ed autonoma: certificato funzionale, insomma, all’ottenimento dell’indennità di accompagnamento a causa di una invalidità totale e permanente.

Nella prossima udienza potrebbe essere ascoltato anche Domenico Del Signore, il maresciallo della Guardia di finanza che ha partecipato alle indagini e che, benché presentatosi nella udienza di ieri, non è stato però ascoltato.

LEGGI ANCHE:

TAR respinge ricorso Aratari. Struttura sanitaria Medisalus: edificio torna a uso agricolo

Redazione di Angelo Venti e Claudio Abruzzo Pubblicate le motivazioni della sentenza con cui il TAR Abruzzo respinge…

“Tutti per uno” – Certificati falsi: rinvio a giudizio per Gallese, 2 anni e 7 mesi per Aratari

“Tutti per uno”: al centro dell’udienza arringa difesa coniugi Aratari

Certificati medici falsi: Gallese + 15 alla sbarra. Sull’inchiesta l’ombra di Aratari

Sistema sanitario – Il giudice:
«Lo Stato sta capitolando davanti alla difesa di Aratari»

“Operazione Tutti Per Uno”: il finanziere Gianluca Alfonzi si difende davanti al Gup. Prossima udienza a giugno

Sistema sanitario – Pensioni, bugie e videotape

AAA – Cercasi disperatamente editore e direttore marsicanews per regolamento di conti

Sistema sanitario – Medisalus: inquinamento e autorizzazioni in consiglio comunale

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email