Nipote uccide nonno 78enne a colpi di sedia e aspirapolvere – Arrestato il giovane ragazzo

Il 15enne soffriva di problemi psichici ed era affidato ai servizi sociali

E’ morto nella notte all’ospedale di Pescara il 78enne che era stato aggredito dal nipote 15enne, colpito con un aspirapolvere e con ripetuti calci alla testa e al torace. Il ragazzo, con problemi psichici, e’ stato arrestato. Ha aggredito entrambi i nonni, con i quali vive, ma ad avere la peggio e’ il nonno, un pensionato di 78 anni, che era stato ricoverato in coma nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Pescara. Il 15enne con problemi psichiatrici, e’ in stato di arresto.

Il fatto si e’ verificato in una casa di due piani alle porte di Bucchianico, ieri pomeriggio. Dove si sono vissuti momenti drammatici dall’epilogo imprevedibile. In quello che e’ apparso uno stato di alterazione il ragazzo, in corridoio, ha colpito ripetutamente il nonno alla testa con un aspirapolvere, calci e, una volta a terra, gli e’ saltato addosso con i piedi. Soccorso dal 118, l’uomo e’ apparso subito in gravi condizioni ed e’ stato portato all’ospedale di Pescara dove gli sono state riscontrate lesioni alla testa e fratture costali. Il ragazzo subito dopo l’aggressione si e’ chiuso nella sua stanza, come per barricarsi.

Scattato l’allarme, dopo una breve interlocuzione con i carabinieri, il ragazzo ha aperto la porta consegnandosi ai militari. E’ stato quindi portato da un’ambulanza del 118 all’ospedale di Chieti dove e’ stato piantonato dai Carabinieri nell’attesa di essere sottoposto a una consulenza: secondo quanto si e’ appreso e’ in stato di arresto per tentato omicidio su ordine del Giudice dei Minori.

Print Friendly, PDF & Email