Nel suggestivo Borgo di Aielli l’Edizione Unica al Mondo della Divina Commedia di Dante Alighieri

On 24th June 2021 in Aielli, placed in the heart of Abruzzo, in the center of Italy, just on the terrace overlooking the disappeared lake, Dante Alighieri was crowned once again after 700 years with a grandiose work, unique in the world , which will preserve his verses from adversity: The Divine Comedy, already eternal, engraved on a plate like the Rosetta stone on stone.

  

Il 24 giugno del 2021 ad Aielli, nel cuore dell’Abruzzo, al centro dell’Italia, sulla terrazza che guarda il lago scomparso, è stato nuovamente incoronato Dante Alighieri a 700 anni dalla sua morte con un’ opera grandiosa, esemplare unico al mondo, che preserverà i suoi versi dalle avversità: La Divina Commedia, già eterna, incisa su una lastra come la Stele di Rosetta sulla pietra.


Ad Aielli, in provincia di L’Aquila un altro capolavoro voluto e commissionato dal Sindaco Dr. Enzo di Natale.

https://youtu.be/_pUGkPz65Dc
Ministro Dario Franceschini ad Aielli

Dopo l’opera “Fontamara” dello scrittore abruzzese Ignazio Silone, scritta interamente a mano sulla famigerata parete ai piedi della Torre di Aielli e l’incisione muraria della “Costituzione Italiana” al parco giochi “Angelo Vassallo”, il 24 giugno 2021, per mano dell’Onorevole Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini è stato scoperto il capolavoro realizzato con le incisioni indelebili dei versi della Divina Commedia.

Data singolare quella del 24 giugno festa di San Giovanni Battista. Sarà stato certamente un caso ma questa coincidenza è sorprendente.

Il “bel San Giovanni”, che Dante ricorda con tanta nostalgia nel suo esilio, gli ispirò certamente la Divina Commedia: nella volta del Battistero di S. Giovanni Battista   a Firenze domina il mosaico del Giudizio Universale, straordinaria opera musiva di Coppo di Marcovaldo.

Nel XXV canto del paradiso, nel cielo delle stelle fisse,  Dante afferma che, se mai un giorno gli sarà possibile tornare a Firenze, grazie alla fama che gli avrà assicurato il poema che scrive da molti anni tra fatiche e sacrifici, vincendo la crudeltà dei nemici politici che lo vogliono in esilio, riceverà l’incoronazione poetica nel Battistero di S. Giovanni dove lui ricevette il battesimo illuminandosi  del credo che San Pietro ha esaminato,  durante il suo viaggio, lodando le sue risposte e ruotando intorno alla sua fronte come un’ideale corona di alloro.

 con altra voce omai, con altro vello
ritornerò poeta, e in sul fonte
del mio battesmo prenderò cappello..

La popolazione ha atteso l’arrivo  del ministro sulla strada, dalle finestre e dai balconi. I bambini, in prima fila con i lori insegnanti, erano emozionati ed entusiasti di accogliere la visita di un ministro della Repubblica Italiana.

Nutrite le presenze e rappresentanze dei sindaci della Marsica di fianco al Dr. Enzo di Natale per accogliere il ministro. Tutti i sindaci presenti hanno scattato una foto di gruppo davanti alla Costituzione.

Il ministro ha apprezzato la natura, gli scorci e la storia del paese e si è complimentato più volte con il sindaco Di Natale, visitando gli angoli del paese, per come sia stato abile a valorizzare l’antico borgo che stava pagando, come tutti i piccoli paesi italiani , il degrado e l’abbandono.

Esistono fecondi  legami tra Aielli e altri comuni del territorio marsicano:  Lo scrittore Ignazio Silone, figlio di Pescina e Dante Alighieri legato alla città di Tagliacozzo, dai versi della Divina Commedia  nel Canto XXVIII dell’Inferno.… e là da Tagliacozzo, dove sanz’arme vinse il vecchio Alardo… in riferimento alla  Battaglia di Tagliacozzo condotta tra Corradino di Svevia e Carlo I D’Angiò.

Il Sindaco di Tagliacozzo Dr. Vincenzo Giovagnorio ha reso omaggio al Sommo Poeta erigendo una grande statua  e sempre a Tagliacozzo nel 2020 nasce il Comitato Dantedì  per volontà della Fondatrice e Presidente del Centro Studi Medievali Internazionali – Tagliacozzo Prof.ssa Laura Micalizio stimolata proprio dal progetto del ministro Dario Franceschini.

Infatti, il consiglio dei Ministri su proposta del Titolare del Dicastero della Cultura Dott. Dario Franceschini ha istituito la data per la giornata dedicata al poeta Dante Alighieri, il 25 marzo in vista dei 700 anni dalla sua scomparsa  nel 2021”. Data scelta in virtù del fatto che il viaggio di Dante nella Divina Commedia inizia la sera del 25 marzo. Altra coincidenza singolare che sia il 25 marzo del 1252 anche la data di Nascita di Corradino di Svevia.

Il Sindaco di Tagliacozzo  e la Presidente Laura Micalizio proprio d’avanti ai versi riferiti alla battaglia di Tagliacozzo hanno omaggiato e colloquiato con il ministro sulle iniziative legate a Dante che il Comune di Tagliacozzo e la Prof. Laura Micalizio promuovono da oltre 30 anni. Il Ministro si è complimentato per le iniziative intraprese dal sindaco di Tagliacozzo e per l istituzione del Dantedi- Centro Studi Medievali internazionali, unico in Abruzzo.

Il Ministro Dario Franceschini son il sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio e la prof.ssa Laura Micalizio

Encomiabile il lavoro e la lungimiranza del sindaco di Aielli per aver saputo vestire il paese con un nuovo abito artistico: le opere letterarie,  i vivaci murales di Okuda San Miguel che rallegrano e impreziosiscono il borgo,  la torre che spicca  custodendo l’innovativo osservatorio astronomico puntato al cielo, simbolo dell’immensità del creato  e della grandezza dell’uomo che, nonostante le vicissitudine riesce sempre a ritrovare la giusta direzione: “E quindi uscimmo a riveder le stelle”

Come Dante si lascia alle spalle la profonda notte infernale e si prepara a scalare la montagna della speranza e della redenzione, così il popolo aiellese,  guidato dal sindaco, porta avanti un processo di inclusione, apertura e rinnovamento dell’antico borgo del cuore dell’Abruzzo al centro dell’Italia, sventolando lo stendardo della cultura.

 

Print Friendly, PDF & Email