“Mondo a colori” nel Fucino – Operazione della Distrettuale antimafia

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Operazione “Mondo a colori”. Sono 24 gli avvisi di conclusioni delle indagini emessi dalla Procura distrettuale antimafia dell’Aquila per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e truffa aggravata ai danni dello stato. L’inchiesta, condotta dalla squadra mobile dell’Aquila e coordinata dal pm della DDA David Mancini, coinvolge imprenditori marsicani, soggetti campani e cittadini marocchini. Al vertice dell’organizzazione, secondo gli inquirenti, due fratelli italiani originari di Trasacco.

I FATTI – L’associazione “Mondo a colori” era risultata vincitrice dell’Avviso n.1/2011 Fondo Fei, (fondi europei), curato dal ministero del lavoro e dello sviluppo economico. Con il progetto “Integra” aveva così ottenuto un finanziamento complessivo di 200mila euro per tenere corsi di formazione linguistica e professionale a favore di cittadini residenti nel paese di origine, in Marocco. L’obiettivo dichiarato era quello di favorire il processo d’integrazione dei lavoratori stranieri – i cui nominativi venivano indicati da imprenditori agricoli italiani – attraverso percorsi formativi per facilitare il loro ingresso e inserimento lavorativo: la frequentazione di tali corsi in Marocco, inoltre, dava titolo per l’ingresso e la possibilità di permanenza indeterminata in Italia.

Secondo gli inquirenti tale formazione qualificata non è stata riscontrata. Sono inoltre centinaia le denunce presentate dai partecipanti ai corsi in Marocco che attesterebbero che una volta in Italia non è seguito nessun impiego lavorativo, con il conseguente abbandono nel territorio nazionale in condizione di irregolarità.

Ma le indagini avrebbero riscontrato anche un altro aspetto inquietante, denunciato dai lavoratori marocchini. L’individuazione e la selezione dei nominativi dei partecipanti ai corsi di formazione sarebbe avvenuta attraverso il reclutamento di intermediari loro connazionali, i quali hanno venduto i nulla osta richiesti dagli imprenditori agricoli marsicani a somme che variavano tra i 6mila e gli 11mila euro. Sarebbero almeno 123 le richieste presentate da agricoltori fucensi e che le indagini della squadra mobile avrebbero accertato essere strumentali.

Per gli inquirenti gli attuali indagati stavano per reiterare gli stessi reati. Presso gli uffici del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, sarebbe emerso che il principale accusato ha presentato – sempre attraverso l’associazione “Mondo a Colori” – una nuova domanda di ammissione per un secondo bando di fondi europei per un identico progetto, avvalendosi sempre della complicità degli stessi imprenditori agricoli indagati in questo procedimento.

L’attività investigativa che ieri ha prodotto i 24 avvisi di conclusioni delle indagini si è sviluppata tra l’aprile 2013 e il giugno 2015. L’associazione “Mondo a colori” si è costituita nel dicembre 2002, con sede ad Avezzano, presidente Attilio Cicchinelli, che la gestiva con l’ausilio del fratello Augusto, entrambi di Trasacco. “Mondo a colori” figura come socio del Gruppo di azione locale “Gal Gran Sasso Velino”, come “Soggetti portatori di interessi collettivi”. A leggere quanto pubblicato su una delle pagine del sito internet dell’associazione ( che vi invitiamo a consultare in dettaglio  cliccando qui ) c’è da rimanere sbalorditi:

“[…] L’importanza del lavoro svolto dalla associazione Mondo a Colori è dimostrata dalla grande attenzione riservata verso di essa dalle istituzioni della nostra Regione, per le quali l’ associazione è un sicuro punto di riferimento sulle politiche migratorie locali, per tale motivo il rappresentante di Mondo a Colori è stato chiamato a presiedere la CRI (Consulta Regionale sull’Immigrazione della Regione Abruzzo) fino alla sua recente abolizione (con legge regionale) e a presiedere la Federazione Provinciale delle Associazioni degli Immigrati Populi Mundi. Numerosissimi sono i mediatori culturali (tutti iscritti presso l’apposito albo del Tribunale di Avezzano), nelle varie lingue ed etnie, di cui l’associazione si serve di volta in volta così come molto importante è il supporto che Mondo a Colori presta quotidianamente alle varie istituzioni: Prefettura, Questura, Comunità Montane, Comuni, associazioni professionali e sindacali del territorio della Provincia. Attualmente è impegnata come Capofila del progetto MIGRA (Migranti in Agricoltura) assegnato dal GAL Gran Sasso Velino. […] “

 

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email