“Ma voi, chi dite che io sia?” – Scienza e mistero nella S. Sindone

COMUNICATO STAMPA

La celebrazione della S. Pasqua, periodo che prelude alla rinascita e alla vita dell’uomo come della natura, anche quest’anno si presenta velata dalle disposizioni di distanziamento e di sicurezza legate al contenimento del coronavirus. Per rendere meno dure e pesanti le restrizioni del confinamento si può contare sulle attività culturali che vengono organizzate dalla Pro Loco.

Lo sforzo e la tenacia del sodalizio, che cerca sempre di offrire alla cittadinanza tematiche culturali di interesse, sono stati premiati dalla occasione di poter offrire la presenza di una relatrice d’eccezione, che con umiltà, spirito di sacrificio e tanto tanto studio ha dedicato la sua vita ad approfondire un mistero anzi, il mistero dei misteri.

Il giorno 30 marzo 2021 alle ore 11:30 la prof.ssa Emanuela Marinelli terrà una videoconferenza su La Sindone – Indagine su un Mistero.

L’evento sarà trasmesso da INFOMEDIANEWS, media partner, sul canale digitale 119 e sarà visibile anche sulla pagina FB Pro Loco  e IndoMedia News di Avezzano e sul sito www.prolocoavezzano.it.

Giuseppe di Arimatea chiese a Pilato di prendere il corpo di Gesù e Pilato lo concesse. Vi andò con Nicodemo che portò con sé una mistura di mirra e aloe. Essi presero il corpo di Gesù e lo avvolsero con teli, insieme ad aromi, come usano i Giudei per la sepoltura. Il corpo venne posto in un nuovo sepolcro dove ancora nessuno era stato posto.

Il primo giorno della settimana Maria di Magdala si recò al sepolcro e vide che la pietra era stata tolta. Corse a chiamare aiuto e  portò al sepolcro Simon Pietro e l’altro discepolo, quello che Gesù amava (lo stesso Giovanni). Giovanni, giunto per primo, vide i teli a terra fuori dal sepolcro ma non entrò; Pietro invece, entrò e trovo i teli posati là e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli ma avvolto in un luogo a parte”

Chi prese quei teli? dove/come furono conservati? chi li ha custoditi? restarono sempre nelle stesse mani o furono trasferiti da persona a persona? e quello giunto fino a noi, denominato Sacra Sindone, è davvero il telo ove fu avvolto il Cristo?

Con fermo rigore scientifico, ma non per questo la ricostruzione sarà meno avvincente, la prof.ssa Marinelli,  condurrà gli ascoltatori a ripercorrere il lungo e periglioso viaggio che ha compito la Sindone per giungere ai nostri giorni; spiegherà, con un linguaggio accessibile a tutti, in che modo le scienze naturali , la storia, l’archeologia e la medicina legale hanno contribuito allo studio del telo e i risultati ai quali sono giunti. Una conferenza, della quale per ovvi motivi non si anticipano le conclusioni, che susciterà curiosità e interrogativi legati alla  storia, alla passione, alla morte e alla resurrezione di Gesù.

La prof.ssa Emanuela Marinelli è laureata in Scienze naturali e Scienze geologiche presso università di Roma La Sapienza. E’ stata docente presso il Centro Romano di Sindonologia. Ha insegnato Iconografia,  Iconologia e Simbologia Cristina presso la Libera Università Maria SS.ma Assunta. Ha partecipato a numerosi congressi sulla sindone ed è stata la coordinatrice del congresso mondiale “Sindone 2000”. Conferenziera in Italia e all’estero, ha scritto moltissimi articoli e venti libri sulla Sindone che sono stati tradotti in varie lingue.

Il Presidente della Pro Loco Avezzano – Edoardo Tudico

Print Friendly, PDF & Email