Luco dei Marsi – Lista “Cittadini in Comune” sulle celebrazioni per il 4 novembre

COMUNICATO STAMPA

Apprendo da un comunicato stampa delle celebrazioni indette a Luco dei Marsi in occasione della giornata dell’unità nazionale e delle forze armate a 100 anni dalla fine della Grande Guerra. Con rammarico constato che il Consiglio Comunale del comune di Luco Dei Marsi non sia stato invitato alle celebrazioni, nonostante la sindaca faccia sfoggio propagandistico della propria presenza. Comprendo che un’amministrazione che governa con poco più del 30% del consenso elettorale, quindi minoritaria nel paese, non ritenga doveroso confrontarsi e rapportarsi con il rimanente 70% dell’elettorato in quanto palesemente non in sintonia; comprendo quindi come cerchi in tutti i modi di dimostrare di esistere come l’Amministrazione del DIRE piuttosto che del FARE;.

    Non comprendo tuttavia la perseveranza nel voler escludere le istituzioni democratiche, in primis il Consiglio Comunale e quindi i Consiglieri componenti del Consiglio stesso, dalla partecipazione diretta sia nella definizione che nella stesura di simili iniziative.

    Ricordo come un appunto in tal senso sia stato evidenziato da altro consigliere comunale in occasione dell’organizzazione del trasporto a spese delle casse comunali alla Marcia della Pace ad Assisi, appunto che si riferiva al mancato coinvolgimento dell’intera comunità, rappresentata per l’appunto dal coinvolgimento del Consiglio Comunale nei suoi rappresentanti.

    La paziente attesa nella ricezione nell’albo pretorio delle delibere di Giunta non sia scambiata per acquiescenza.

La positività delle poche iniziative positive intraprese non esime l’attuale amministrazione dal dover confrontarsi e rapportarsi con le componenti politiche regolarmente e legittimamente elette in Consiglio Comunale.

RETTIFICA inviata il 3 novembre dall’ing. Cesidio D’Alò

Debbo onestamente rettificare quanto da me affermato in una nota pubblicata sulla pagina FB Cittadini inComune  e inviata anche al giornale SITe.it.  I Consiglieri Comunali hanno ricevuto l’invito  da parte dell’Amministrazione Comunale per le celebrazioni del 4 Novembre. La non ricezione da parte mia è stata un problema che ha riguardato solo me e non dipendente dall’invio. Rimane inalterato comunque il senso politico della mia polemica: occorre che il Consiglio Comunale sia chiamato,  non solo su invito, e quindi passivamente, a partecipare alle varie iniziative, ma che possa svolgere un ruolo attivo e di indirizzo, sia politico che culturale; diversamente rimane solo un senso di attivismo propagandistico che sminuisce le iniziative stesse, seppur positive, non rendendole unificanti per la cittadinanza. Ribadisco la necessità che il nostro Consiglio Comunale elegga il Presidente del Consiglio Comunale, come più volte da me richiesto, allo scopo di migliorare il colloquio ed il rapporto tra maggioranza e minoranza.

Ing. Cesidio D’AlòCapogruppo lista “Cittadini in Comune

Print Friendly, PDF & Email