LFoundry – Fiom: “ve lo avevamo detto!”

COMUNICATO STAMPA

LFoundry – La cosa più odiosa è dover sostenere: ve lo avevamo detto!

Apprendiamo con sorpresa dalla stampa che a poche settimane di distanza dalla convinta sottoscrizione da parte di alcune organizzazioni sindacali di un accordo di CDS che avrebbe “messo in sicurezza lo stabilimento LFoundry”, dubbi sulla strategia che i vertici aziendali starebbero mettendo in campo iniziano a insinuarsi anche in coloro che, all’indomani della frettolosa firma, si ergevano a paladini dei Lavoratori stigmatizzando la decisione della FIOM che aveva ritenuto inopportuno sottoscrivere l’accordo vista la penuria di tutele  per i Lavoratori e l’assenza di garanzie sul percorso industriale da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

Cosa avrebbe indotto la Uilm nazionale a contraddire se stessa e a esprimere ora massima apprensione, peraltro ricorrendo alle stesse parole utilizzate dalla FIOM?

Davvero inquietante dover constatare che chi ha messo l’azienda in condizioni di NON essere una priorità per il Ministero dello Sviluppo Economico (per via di un contratto di solidarietà di ben 18 mesi), ora esprima ogni preoccupazione per il futuro dell’industria più grande della nostra provincia.

Premesso che l’azienda si rifiuta di consegnare alla nostra Organizzazione copia dell’accordo di CDS sottoscritto (per vergogna? Per patetica ripicca? O perché ingenuamente pensa che non sia un atto pubblico?) è oggi sotto gli occhi tutti il fallimento del primo degli “interventi di razionalizzazione ed efficientamento organizzativo e gestionali” che l’azienda, solo poche settimane fa, aveva spacciato per immminente e perfettamente pianificato, ossia la sostituzione del sistema informatico per il controllo e la gestione della produzione!

E con simili premesse, cosa tocca aspettarsi su tutto il resto?

Piuttosto che andare alla spasmodica ricerca di improbabili capri espiatori cui attribuire ogni male oppure avvilupparsi attorno a sterili discussioni su cosa gli altri avrebbero dovuto fare o non fare…, non sarà il caso che chi guida l’azienda e ha sulle spalle la responsablità di traghettare verso un futuro quasi 1500 famiglie del nostro territorio inizi a giocare una partita trasparente e ad avere un atteggiamento rispettoso verso i lavoratori?

    Avezzano, 19 dicembre 2018

Sulla situazione LFoundry – per il giorno 21 dicembre 2018 – è convocata presso la sede CGIL di Avezzano una conferenza stampa della FIOM provinciale e FIOM regionale sulla situazione LFoundry.

FIOM-CGIL della provincia di L’Aquila, FIOM-CGIL Abruzzo-Molise

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email