L’AQUILA, PROIEZIONE STRAODINARIA DEL FILM “IL GIOVANE MARX”

COMUNICATO STAMPA

L’AQUILA – IL GIOVANE KARL MARX Regia di Raoul Peck. Un film con August Diehl, Stefan Konarske, Vicky Krieps, Olivier Gourmet, Hannah Steele. Cast completo Titolo originale: Le jeune Karl Marx. Genere Biografico – Francia, Germania, Belgio, 2017, durata 112 minuti. Il primo ritratto cinematografico di una delle figure più influenti della storia recente, diretto dal candidato all’Oscar Raoul Peck, candidato all’Oscar e vincitore di BAFTA e César per “I Am Not Your Negro”. Il film verrà proiettato venerdì 15 Giugno alle ore 18 presso il cinema  Movieplex dell’Aquila.

Un film che il Los Angeles Times definisce come “Energico, appassionante, intellettualmente stimolante“; “Storicamente scrupoloso e incredibilmente lucido“, titola The New York Times.

untitled

Secondo Roberto Silvestri, “il giovane Marx racconta i 5 anni cruciali (1843-1848) che capovolsero l’Europa. E che questo figlio di un ebreo convertito comprese meglio di altri, trasformandosi da filosofo della sinistra hegeliana e giornalista democratico-radicale, in nemico pubblico numero 1 del capitalismo e del socialismo utopista, in critico materialista dell’economia politica, della morale, della religione borghese, in tribuno del proletariato, potente nella teoria e seducente nella pratica“.

IL GIOVANE KARL MARX” di Raoul Peck è stato designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI, con la seguente motivazione: «Il regista haitiano Raoul Peck si muove sui binari del film biografico per riscoprire a 170 anni dalla sua stesura i motivi e le esperienze che spinsero Karl Marx e Friedrich Engels a pubblicare Il manifesto del Partito Comunista, sconvolgendo di fatto la realtà socialista e comunista per sempre. Un’opera che riscopre il valore didattico del cinema senza perdere mai di vista la passione narrativa e l’afflato dirompente della dialettica. Perché una rivoluzione è sempre una pietra che rotola».

Mostrare la necessità di organizzarsi, di imparare e studiare. Marx passò molto tempo in biblioteca; nel mio film lo vedi scrivere, leggere, quindi non è solo una questione di rabbia e lotta per le strade. Si tratta del modo in cui pensi, in cui organizzi, analizzi e l’uso che fai dei risultati di quell’analisi“, chiosa il regista Raoul Peck.

Print Friendly, PDF & Email