#ioapro1501 – Disobbedienza civile ristoratori: lo strano “appello” di Prefettura e forze dell’ordine

Il Prefetto Cinzia Torraco – unitamente al Questore della provincia ed ai Comandanti p.li dei Carabinieri e della Guardia di Finanza – ha rivolto un appello agli operatori dei vari settori coinvolti dall’iniziativa di “disobbedienza civile” denominata #ioapro1501, promossa su canali social e su organi di informazione per la giornata di domani.

Prefetto e Comandanti delle forze dell’ordine della provincia dell’Aquila non intimano il rispetto di regole e leggi e non minacciano nemmeno un loro intevento sanzionatorio o repressivo.

Stranamente, in questa occasione si limitano a rivolgere solo un blando e generico appello “al senso di responsabilità degli operatori di categoria del territorio“.

Di seguito il Comunicato stampa integrale, così come ricevuto dalla Prefettura dell’Aquila.

COMUNICATO STAMPA

Iniziativa nazionale di Disobbedienza Civile “#ioapro1501”, appello di responsabilità del Prefetto Cinzia Torraco.

Nella giornata di domani, 15 gennaio 2021, è stata promossa sul territorio nazionale, attraverso vari canali social e organi di informazione, un’iniziativa di “disobbedienza civile” denominata “#ioapro1501”.

I gestori degli esercizi di ristorazione, bar, palestre e piscine sono stati invitati dai promotori dell’evento a mantenere aperte al pubblico le proprie attività, anche oltre i limiti orari imposti dai provvedimenti legislativi vigenti in materia di gestione dell’emergenza epidemiologica in corso.

Il Prefetto dell’Aquila, Cinzia Torraco, unitamente al Questore della Provincia dell’Aquila ed ai Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, fa appello al senso di responsabilità degli operatori di categoria del territorio, i quali, pur vivendo da mesi comprensibili momenti di forte difficoltà economica, hanno sempre dimostrato un adeguato e condiviso rispetto delle regole, confermando ripetutamente in questo periodo un alto senso di professionalità, di coesione sociale e di etica del lavoro.

Mantenere unita tutta la comunità della provincia aquilana, nel rispetto generale delle regole e con l’aiuto dei ristori previsti per gli operatori dei vari settori che si auspica possano quanto prima soddisfare tutte le esigenze rappresentate, è l’unica via per poter affrontare in modo coeso e responsabile questo particolare momento e uscirne insieme prima possibile.

L’Aquila, 14 Gennaio 2021

Prefettura dell’Aquila – Addetto Stampa Sig. Roberto Nardecchia

Print Friendly, PDF & Email