Festival di Avezzano – Le coup de théâtre del sindaco De Angelis

Il sindaco Gabriele De Angelis conquista la scena nella conferenza stampa di presentazione della XXIV edizione del Festival di Avezzano, che si terrà il 13 e 14 aprile al Teatro dei Marsi. Le coup de théâtre è arrivato a fine conferenza, quando il sindaco, rivolgendosi agli studenti del liceo artistico presenti in sala, ha dichiarato testualmente: “Bravi ragazzi, io credo molto in voi, perché se c’è un futuro questa passa soprattutto attraverso voi. Noi – ha concluso De Angelis – di danni ne abbiamo già fatti tanti”. [clicca qui per vedere ed ascoltare ]

Ma torniamo al Festival di Avezzano. Nato dall’iniziativa e dall’intuizione del direttore artistico Luca Di Nicola, l’evento è cresciuto moltissimo negli anni, fino a diventare uno degli eventi più attesi della città: presidente onorario di questa XXIV edizione l’attore avezzanese Lino Guanciale. Una due giorni di musica, moda, cultura con molti importanti artisti del mondo dello spettacolo.

[ video integrale della conferenza stampa ]

De Angelis ha aperto la conferenza ringraziando pubblicamente gli organizzatori per il loro impegno e definisce il festival come “una delle manifestazioni più importanti tra quelle che si tengono nella Marsica e che danno molta visibilità al territorio. La Marsica infatti è a livello nazionale ancora una realtà che fa fatica a farsi conoscere, nonostante le bellezze e la storia dei posti: da un festival si possono creare forti strumenti di promozione del territorio. L’amministrazione, nel patrocinare l’evento, deve guardare anche oltre l’importanza dell’evento culturale e artistico. In qualità di assessore alla cultura 5 anni fa richiesi di spostare il festival da castello orsini al Teatro dei Marsi, vetrina naturale dell’evento. I miei complimenti allo staff dell’organizzazione: un’equipe da grande festival. Attraverso queste manifestazioni si aprono delle relazioni con importanti personaggi internazionali della cultura e dello spettacolo”.

Per Luca Di Nicola “la manifestazione si è ingrandita in maniera incalcolabile dopo lo spostamento della location al teatro dei Marsi. A livello musicale parteciperanno ben 16 concorrenti provenienti da tutt’Italia, con brani inediti. E poi il “Premio civiltà dei Marsi” e il “Disco Corazza”, nato anni fa grazie alla collaborazione col preside Ilio Leonio”. Di Nicola ricorda I molti personaggi eccellenti che hanno ricevuto questo premio: da Pippo Baudo a Maurizio Costanzo, da Lino Banfi a Fabrizio Frizzi. Quest’anno a ricevere il premio saranno anche Manuela Arcuri e Vittorio Sgarbi, e poi ancora il marsicano Giambattista Venditti, della nazionale italiana rugby, Luca Barbareschi e Raffaella Fico. “Ringrazio il presidente onorario Lino Guanciale – ha concluso Di Nicola – un’immagine importante della Marsica nel mondo. Sono sicuro che sarà un grande Festival: il festival della città, della cultura e della musica”.

Ilio Leonio ricorda come “lo scudo corazza che viene consegnato come premio ad alte personalità di livello nazionale, è stato elaborato e realizzato anni fa dall’ex istituto d’arte, ora liceo artistico. L’idea era quella di lasciare un segno significativo della nostra terra agli ospiti. In effetti si tratta dello scudo che i guerrieri marsi utilizzavano per coprire il cuore, sormontato dalla chimera, che rappresenta l’animale totemico che si dice aleggiasse sulle acque del Fucino come segno di futuro e di speranza”. Quest’anno il Premio civiltà dei Marsi è rappresentato da una chimera in rame, traforata su base foglia oro, realizzata dagli studenti della III B del Liceo artistico di Avezzano, presenti nell’aula consiliare e ringraziati ufficialmente dal primo cittadino.

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email