Energie alternative – Accesso agli atti: il muro di gomma dei Comuni di Collarmele, Cerchio, Pescina e San Benedetto

E’ un silenzio assordante quello che giunge dalle segrete stanze dei quattro Comuni della Marsica est. Inoltrata di nuovo la nostra richiesta, questa volta al "Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza".

Parchi eolici, campi fotovoltaici e impianti a biomasse nella Marsica est. Accesso agli atti: le uniche risposte finora arrivate dai Comuni di Collarmele, Cerchio, Pescina e San Benedetto dei Marsi tradiscono la volontà di dilazionare la consultazione dei documenti relativi a tutti gli impianti presenti nei loro territori. SITe.it non si ferma: “E’ un problema di trasparenza: andremo avanti finché non ci mostreranno le carte“.

Un articolo che non pensavamo di dover scrivere

Una brutta storia. Vista l’altissima incidenza nella Marsica est di impianti per la produzione di energia da fonti alternative, il 24 ottobre scorso la testata SITe.it ha protocollato nei Comuni di Collarmele, Cerchio, Pescina e San Benedetto dei Marsi una Richiesta di accesso agli atti relativi a tali impianti con lo scopo di poter informare correttamente l’opinione pubblica.

La norma sull’Accesso generalizzato stabilisce che le Amministrazioni pubbliche interessate hanno un massimo di 30 giorni di tempo per rispondere. Dalla nostra richiesta sono passati oltre 50 giorni: finora le uniche, diciamo risposte, arrivate dagli uffici tecnici interessati suonano chiaramente dilatorie rispetto alla richiesta di consultazione di atti che – lo ricordiamo per inciso – sono o dovrebbero essere pubblici.

Per questo motivo abbiamo inoltrato una nuova richiesta – indirizzata questa volta al Responsabile della prevenzione, della corruzione e della trasparenza dei rispettivi Comuniavente ad oggetto:

Richiesta di accesso civico ‘generalizzato’ su impianti di energie rinnovabili sul territorio comunale / Accesso agli atti ai sensi del D.Lgs. 195/2005 e del D.Lgs. 33/2013 – Richiesta riesame ai sensi dell’art. 5, co. 7, del D.Lgs. 33/2013

Il muro di gomma

Nella richiesta del 24 ottobre chiedevamo ai 4 Comuni – con lo scopo di poter informare correttamente l’opinione pubblica – di visionare tutti gli atti relativi agli impianti per la produzione di energie da fonti alternative presenti sui rispettivi territori comunali. In particolare si chiedeva la documentazione relativa a:

Numero degli impianti; Tipologia e Potenza istallata; Accesso agli incentivi pubblici; Nomi dei beneficiari degli incentivi; Convenzioni con i Comuni e consistenza degli eventuali Ristori ambientali per le popolazioni interessate.

Una richiesta legittima, la nostra, prevista dalle norme sull’Accesso generalizzato ai documenti per cui “non è prevista alcuna necessità di legittimazione o interesse al procedimento del richiedente” e che testualmente recita:

«Allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’articolo 5-bis».

Nonostante la chiarezza della norma, a 50 giorni dalla nostra richiesta non ci viene data ancora alcuna risposta su come, dove e quando consultare la documentazione richiesta. Ad oggi questa è – Comune per Comune – la situazione:

San Benedetto dei Marsi

Dal Municipio di Marruvium, si registra solo un silenzio assordante. Dopo 50 giorni, non è arrivata alcuna risposta, nemmeno la comunicazione del nome del Responsabile del procedimento: muti, semplicemente.

Cerchio

Il Sindaco Gianfranco Tedeschi il 28 ottobre scorso – solo 3 giorni dopo il ricevimento della nostra richiesta – ha prontamente girato la stessa al Responsabile dell’ufficio tecnico del suo Comune ing. Stefano Polsinelli, allegando una Disposizione con cui lo invitava a “valutare ed evadere la stessa richiesta comunicando direttamente con l’interessato”. La stringata Disposizione si conclude con questa irrituale – e sibillina – frase:

“La presente e inviata al richiedente e alla Procura della Repubblica di Avezzano per le proprie autonome valutazioni in merito all’argomento così come rappresentato nell’istanza”.

Poi più nulla. E così il silenzio di Cerchio si aggiunge a quello di San Benedetto dei Marsi.

Collarmele

Dal responsabile dell’Ufficio tecnico abbiamo ricevuto una sola telefonata con cui ci invitava a richiamare la settimana successiva per prendere poi un appuntamento per decidere quali documenti visionare e quando. Inutile dire che alle nostre chiamate il telefono squillava a vuoto.

Il 18 novembre scorso abbiamo però ricevuto una Pec dal Comune con cui il Responsabile del procedimento ing Pacifico Iulianella ci si informava “per conoscenza” che la nostra richiesta era stata inviata a una lunga schiera di controinteressati e che gli stessi erano stati informati che:

Entro 10 giorni dal ricevimento della presente comunicazione, le S.V.
possono presentare motivata opposizione. Decorso tale termine, questo Ufficio, accertata la ricezione della presente, provvederà sulla richiesta di accesso.

A 50 giorni dalla nostra richiesta – e a 26 giorni dalla irrituale comunicazione ai “controinteressati” – anche da questo Comune tutto tace. E così il silenzio di Collarmele va ad aggiungersi a quello di Cerchio e San Benedetto dei Marsi.

Pescina

La città di Silone e Mazzarino ha battuto tutti i record. Il Responsabile del Servizio tecnico urbanistico arch. Berardino Ruggeri ha impiegato ben 47 giorni per inviarci la sua prima risposta, tramite una Determina comunicataci via Pec, inviata il 10 dicembre 2019.

Si tratta della comunicazione della nostra richiesta di accesso agli atti ai controinteressati, con le medesime raccomandazioni agli stessi. Come per Collarmele, la Pec ha l’unico pregio di rendere noto anche a noi l’elenco dei fantomatici “controinteressati“.

Per il resto, nulla. E così il silenzio di Pescina va ad aggiungersi a quello di Collarmele, Cerchio e San Benedetto dei Marsi. Quattro su quattro: en plein!

Ma dalla Determina inviataci dal Comune di Pescina emergono due curiosità che vale la pena rilevare, perché danno la misura del funzionamento della macchina amministrativa nel Comune fontamarese.

1 – La nostra richiesta del 24 ottobre – protocollata ufficialmente in Comune il 25 ottobre – sarebbe arrivata sulla scrivania dell’arch. Ruggeri soltanto il 5 dicembre. Per percorrere i pochi metri che separano l’Ufficio protocollo dall’Ufficio tecnico-urbanistico del Comune di Pescina – quindi – la nostra richiesta avrebbe impiegato la bellezza di 41 giorni. e altri 5 giorni sono stati necessari per stilare e inviare la Determina.

2 – La lettura della Determina ci ha lasciato perplessi. Il documento ci è stato inviato inequivocabilmente dall’indirizzo Pec dell’Ufficio protocollo del Comune di Pescina. E anche la firma in calce è quella dell’arch. Berardino Ruggeri, responsabile dell’Ufficio tecnico-urbanistico del Comune di Pescina. Persino il timbro è quello della Città di Pescina.

Eppure nell’intestazione in basso è riportato “Comune di Ortona dei Marsi, via G. Marconi, 3“. Misteri della Valle del Giovenco.

AGGIORNAMENTI DA CERCHIO:

A seguito della nostra richiesta di riesame della domanda di Accesso agli atti del 14 dicembre scorso, il sindaco del Comune di Cerchio, dott. Gianfranco Tedeschi, ci ha inviato la seguente nota:

“La invito a prendere contatto direttamente con lo scrivente e/o con la Dipendente Arch. Annalisa Raglione in orario d’ufficio”

ARTICOLI SULLO STESSO ARGOMENTO:

L’assalto alla Marsica est – Collarmele: «E’ il quartier generale della nostra azienda» – SITe.it di Angelo Venti e Claudio Abruzzo «Collarmele (AQ). E’ il quartier generale della nostra azienda. Qui lavoriamo per poter affrontare le sfide nel mondo delle rinnovabili dei prossimi anni»: è questa la frase che fino a qualche settimana fa campeggiava nella pagina dei contatti su thinkeco.it e maken…

B(otticch)IO METANO e il disaster movie della Marsica orientale – SITe.it TRATTO DA: Il Martello del Fucino 2019-8 SCARICA PDF L’insostenibile leggerezza del non-essere della Marsica orientale Cascare-dal-pero Sotto la sollecitazione del progetto del nuovo impianto per il biometano localizzato in un cuneo di terreno dove si incontrano i tenimenti di tre diversi municipi, …

Impianto Biometano energy: Regione sospende procedimento. Esposto in Procura – SITe.it di Angelo Venti e Claudio Abruzzo “In attesa di tutti i chiarimenti del caso, il procedimento di Autorizzazione Unica in questione si intende sospeso. A disposizione per ogni chiarimento, Distinti saluti”. Firmato dr.ssa Iris Flacco, Responsabile del procedimento. E’ questa la conclusione della lett…

Collarmele – Tre impianti, 3 soggetti giuridici diversi, stesse persone fisiche. E un fiume di soldi nostri – SITe.it di Angelo Venti e Claudio Abruzzo Tre impianti, 2 per la produzione di biometano e un parco fotovoltaico, tutti in un solo comune, Collarmele. Proprietari risultano tre soggetti giuridici diversi che intascano dal Gse milioni di euro di incentivi. Ma, a guardar bene dentro le società, spuntano le st…

Collarmele – Perdite di liquame da impianto biometano: ecco le foto – SITe.it di Angelo Venti e Claudio Abruzzo ESCLUSIVO – L’impianto per la produzione di biometano alimentato a biomasse della Think Eco Agri società agricola srl, in almeno tre punti, disperde il percolato nei terreni circostanti. E’ forte la preoccupazione – non solo degli agricoltori – per la presenza nella…

Biometano a Collarmele – Non c’è 2 senza 3: arriva il terzo impianto – SITe.it di Angelo Venti e Claudio Abruzzo Dopo il tanto chiacchierato progetto della Biometano Energy srl (2 nella pianta) e dell’impianto già in funzione della Think Eco Agri società agricola srl (1 nella pianta), si aggira a Collarmele lo spettro di un terzo progetto alimentato a biomasse (3 nella pianta)…

Biometano energy – Opoa Marsia: di Angelo Venti e Claudio Abruzzo Si tinge di giallo l’affaire Biometano energy, relativo alla realizzazione a Collarmele di un impianto per la produzione di biometano attraverso la trasformazione di 113mila tonnellate l’anno di scarti agricoli e zootecnici, da reperire in loco. La querelle con l’Op…

I di Angelo Venti e Claudio Abruzzo E’ stata finalmente notificata ai Comuni di Pescina, Collarmele e San Benedetto dei Marsi la Lettera di chiarimenti inviata dalla Biometano energy srl alla Regione. Assente nell’elenco dei destinatari il quarto comune confinante con l’area indicata per l’impianto pe…

Impianto biometano – Assemblea pubblica a Pescina – SITe.it Impianto biometano –Assemblea pubblica del Comitato Salute Ambiente e Territorio per illustrare alla cittadinanza le criticità emerse durante la disamina del progetto presentato dalla Biometano Energy. L’incontro si terrà domani 10 ottobre alle ore 19 presso la sala consiliare del Municipio di Pesci…

Biometano energy – Fornitori scarti per alimentare impianto denunciano: “non ne sapevamo nulla”. A rischio il progetto – SITe.it di Angelo Venti e Claudio Abruzzo A smentire clamorosamente la Biometano energy srl sono alcuni degli agricoltori soci dell’Opoa-Marsia che – nella documentazione inviata in Regione per l’autorizzazione – la società proponente indica invece quale fornitore di quasi la metà delle 113mila tonnellate l…

Collarmele – Comitato cittadini chiede a Regione i chiarimenti della Biometano energy – SITe.it COMUNICATO STAMPA Da: vocedeicittadini@pec.it – A: dpc002@pec.regione.abruzzo.it – 26 Sep 2019 Al Dipartimento opere pubbliche, governo del territorio e politiche ambientali Servizio Politica Energetica, Qualità dell’aria, SINA – Corso Vittorio Emanuele 301 65122 Pescara PEC: dpc002@pec.regione.abruzzo.it…

Biometano energy srl: il fantasma dell’impianto del terreno accanto – SITe.it Due progetti di impianti a biomasse in due Comuni diversi ma su due terreni adiacenti. A presentare il primo alcuni anni fa la Alpalux energy srl, che detiene anche il 40% delle quote della Biometano energy srl, la società che ora presenta il secondo. Le accuse del sindaco Quirino D’Orazio e l’appel… centrale-biogas-di-collarmele-antonello-santilli-wwf-montano-la-marsica-est-sempre-piu-terra-di-rifiuti

Collarmele, Centrale Biometano – il sindaco di Collarmele scrive al presidente Marsilio – SITe.it COMUNICATO STAMPA Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta del sindaco di Collarmele, Tonino Mostacci, indirizzata al presidente del Consiglio Regionale, Marco Marsilio, e a tutti i consiglieri regionali. Nella lettera il sindaco richiama l’attenzione degli organi politici regionali nei confronti…

Collarmele – Biometano Energy srl: comunicato stampa con …minacce alla stampa – SITe.it RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO La Biometano Energy srl, società proponente di un impianto per la produzione di biogas a Collarmele, è il mittente del comunicato pervenuto in redazione oggi, 20 settembre, alle ore 16:07. QUESTO IL LINK AL COMUNICATO INTEGRALE LA NOTA DEL DIRETTORE DI SITE.IT In calce al qu…

Collarmele – Biometano energy srl: la curiosa compravendita del terreno di Angelo Venti e Claudio Abruzzo Sono tante le curiosità e le domande che suscita la compravendita dei terreni su cui a Collarmele dovrebbe sorgere l’impianto per la produzione di biometano. Dopo la radiografia della società proponente e della ragnatela societaria che gli ruota intorno, diverse sorprese emergono anche dai documenti sull’acquisizione di 6 ettari […]

Collarmele – Comitato di cittadini contro impianto Biometano. Video Si è costituito ufficialmente il Comitato congiunto per la tutela della salute, ambiente e territorio contro la costruzione a Collarmele – a confine con i comuni di Pescina e San Benedetto dei Marsi – di un impianto per la produzione di biometano alimentato a biomasse. GUARDA IL VIDEO Moltissime le adesioni al nuovo comitato. La […]

Centrale Biogas di Collarmele – il Comitato incontra i cittadini – SITe.it COMUNICATO STAMPA I promotori del comitato congiunto per la tutela della salute ,ambiente e territorio, dei cittadini di Collarmele, San Benedetto dei Marsi e Pescina indicono un’assemblea pubblica. DOMENICA 15 Settembre alle ore 16,00 presso la sala Eduardo De Filippo di Collarmele nel corso della…

Impianto di Collarmele – Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Biometano energy srl di Angelo Venti e Claudio Abruzzo Questo della produzione di energia da fonti alternative è un mondo misterioso e poco scandagliato: eppure in Italia tra eolico, fotovoltaico e biomasse vengono succhiati incentivi per 17 miliardi l’anno. Soldi che vengono prelevati dalle tasche di tutti i cittadini ogni due mesi con le bollette e attraverso una […]

COLLARMELE – Impianto biometano: tante domande e poche risposte di Angelo Venti e Claudio Abruzzo La conferenza stampa indetta lunedì scorso dai comuni di Collarmele, San Benedetto dei Marsi e Pescina non ha chiarito tutte le perplessità sull’impianto di biometano che il 5 settembre scorso ha ricevuto un sostanziale Sì dalla Regione. Uniche cose certe, al momento, la preoccupazione della popolazione e l’annuncio della […]

COLLARMELE – Comitato di cittadini contro centrale biometano. Video integrale conferenza stampa dei sindaci COLLARMELE – Dopo tre ore di conferenza stampa la novità è l’annuncio, da parte di Noris Todisco, della costituzione di un comitato spontaneo di cittadini contro la realizzazione dell’impianto proposto dalla Biometano energy srl e di fatto autorizzato dalla Regione il 5 settembre scorso LEGGI QUI. A indire la conferenza stampa –tenutasi ieri pomeriggio nella […]

Centrale biogas Collarmele – Le precisazioni della Biometano Energy e i dubbi dei sindaci Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della ditta Biometano Energy srl, società proponente la costruzione di un impianto per la produzione di biogas a Collarmele, pervenuto alla nostra redazione ieri, sabato 7 Settembre, alle ore 20:28. Nel comunicato l’azienda dichiara di aver rilevato alcune inesattezze negli articoli pubblicati dagli organi di stampa locale a proposito […]

Collarmele – Nuova centrale a biogas da 113mila tonnellate/anno di rifiuti organici. Per la Regione si può fare di Claudio Abruzzo e Monica Pilolli COLLARMELE – La Regione ha detto sì alla realizzazione di una centrale a biogas che sorgerà in un’area a confine con i comuni di San Benedetto dei Marsi e Pescina. Ieri, nel corso della Conferenza dei servizi tenutasi negli uffici di Pescara, nonostante le numerose osservazioni tecniche sottoscritte in […]

SULLO STESSO ARGOMENTO:

Print Friendly, PDF & Email