Emergenza coronavirus – 263 positivi in Abruzzo, 28.710 in Italia: ospedali da campo e trasferimenti malati

Abruzzo: 35 contagiati in più in 24ore. Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila: 20 i positivi. Centrale Cross del Dipartimento protezione civile effettua 55 trasferimenti di pazienti in terapia intensiva dalla Lombardia in altre regioni: 5 in Abruzzo. Ospedali da campo in allestimento in nord Italia

ULTIMORA – Marsilio firma ordinanza zona rossa

Il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio ha appena firmato l’ordinanza con cui istituisce la ZONA ROSSA per 6 comuni abruzzesi, 5 nel teramano – Arsita, Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti e Montefino – e uno nel Pescarese , Elice.

ABRUZZO – aggiornamento contagiati 18 Marzo 2020

Dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 263 casi positivi al Covid 19. Si registrano 35 contagiati in più rispetto a ieri.

I pazienti ricoverati in ospedale (non in terapia intensiva) sono 99 e risultano così distribuiti: 14 in provincia dell’Aquila, 18 in provincia di Chieti, 61 in provincia di Pescara e 6 in provincia di Teramo.

I pazienti in terapia intensiva sono 41 e risultano così distribuiti: 4 in provincia dell’Aquila, 6 in provincia di Chieti, 24 in provincia di Pescara e 7 in provincia di Teramo.

I restanti 109 pazienti sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl, e sono così distribuiti: 1 in provincia dell’Aquila, 16 in provincia di Chieti, 72 in provincia di Pescara e 20 in provincia di Teramo.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 7 pazienti deceduti (l’Istituto Superiore di sanità deve ancora attribuire le morti al Coronavirus, in quanto si tratta di persone già affette da patologie pregresse. I pazienti clinicamente guariti sono 5 (che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici) e 2 guariti (che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 2.054 test, di cui 1.182 sono risultati negativi. Nel totale viene considerato anche il numero degli esami presi in carico e tuttora in corso e i tamponi eseguiti più volte sullo stesso paziente.

Dei casi positivi, 20 si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 44 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 160 alla Asl di Pescara e 39 alla Asl di Teramo. Il numero elevato di casi registrati a Pescara è anche legato al fatto che al Santo Spirito accedono pazienti provenienti anche da altre aree della regione.[ Dati forniti dal Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione ]

ITALIA – Sono 28.710 i positivi al virus

18 marzo 2020, Aggiornamento ore 18

Al momento 28.710 persone risultano positive al virus, in Italia sono stati 35.713 i casi totali. Nel dettaglio i casi attualmente positivi sono: 12.266 in Lombardia, 3.915 in Emilia-Romagna, 2.953 in Veneto, 2.187 in Piemonte, 1.476 nelle Marche, 1.291 in Toscana, 744 in Liguria, 650 nel Lazio, 423 in Campania*, 416 in Friuli Venezia Giulia, 436 nella Provincia autonoma di Trento, 366 nella Provincia autonoma di Bolzano, 362 in Puglia, 267 in Sicilia, 249 in Abruzzo, 241 in Umbria, 162 in Valle d’Aosta, 132 in Sardegna, 126 in Calabria, 21 in Molise e 27 in Basilicata.

Sono 4.025 le persone guarite. I deceduti sono 2.978, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Protezione civile: trasferimenti malati e ospedali da campo

Ad oggi la Centrale remota operazioni soccorso sanitario (Cross) attivata dal Dipartimento della Protezione civile, ha effettuato 55 trasferimenti di pazienti in terapia intensiva dalla Regione Lombardia, di cui 18 affetti da Coronavirus e 37 affetti da altre patologie.

I pazienti – trasportati attraverso ambulanze medicalizzate delle associazioni di volontariato di protezione civile, elicotteri del 118 e mezzi aerei dell’Aeronautica Militare – sono attualmente ricoverati negli ospedali delle Regioni Piemonte (11), Friuli Venezia Giulia (9), Toscana (9), Veneto (6), Abruzzo (5), Lazio (4), Umbria (4), Puglia (3), Molise (2) e Sicilia (2).

Sono in corso, inoltre, le attività di installazione di diversi ospedali da campo che daranno sostegno alle strutture ospedaliere di diverse città. A Bergamo l’Associazione Nazionale Alpini sta allestendo una struttura campale da oltre 300 posti letto. A Piacenza e Crema prosegue l’allestimento di 2 ospedali da campo dell’esercito. A Cremona si sta montando una struttura medica mobile da 70 posti letto, cui 8 di terapia intensiva, dell’organizzazione non governativa Samaritan’s Purse, in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità.

***

VAI ALLA SEZIONE SPECIALE – EMERGENZA CORONAVIRUS

***

Print Friendly, PDF & Email