Si legge di «Leonardo Casciere, sostenuto dal movimento dell’ex ministro Corrado Passera Italia Unica», in M. Signori, Elezioni Avezzano: i civici saranno decisivi, nel centrodestra spunta la Mazzocchi, in «AbruzzoWeb» 8 novembre 2016. Andiamo a ritroso per capire meglio: «Dopo un costruttivo incontro – evidenzia Ranieri – abbiamo posto le basi per definire i punti fondamentali del programma», in R. Ranieri, Avezzano 2017, Italia Unica sosterrà Leonardo Casciere, in «ItaliaUnica» (senza data, ma risale presumibilmente al 2016).

Segue: «Leonardo Casciere […] che sottolinea che la sua candidatura è indipendente da qualsiasi partito politico», in M. Tirabassi, De Angelis scioglie la riserva, sarà candidato a sindaco di Avezzano. Sabato la presentazione alla città, in «TerreMarsicane» 31 gennaio 2017.

«l’avvocato Leonardo Casciere, uomo da sempre di destra», in M. Tirabassi, Amministrative ad Avezzano, l’onorevole Piccone: “Tra pochi giorni usciranno i nomi dei nostri giovani che saranno il rinnovamento”, in «TerreMarsicane» febbraio 2017. «non rinnegherò mai le mie radici. Nemmeno quelle politiche che affondano in quella destra sociale per gli ultimi e con gli ultimi», in L. Salucci, Leonardo Casciere si presenta: «È arrivato il momento di dire basta a chi considera i cittadini di Avezzano come semplici “bancomat” elettorali, in «AvezzanoInforma» 19 marzo 2017.

Infine Casciere: «la mia coalizione è composta solo ed esclusivamente da liste civiche, senza legami ad alcun partito politico e senza la presenza di persone [che] abbiano avuto un passato nella politica», nell’intervista rilasciata a IlFaro24, 6 febbraio 2017.

Alla presentazione della sua candidatura Nazzareno Di Matteo, era stato così descritto: «il primo di sinistra, gli altri due di destra», in Elezioni, Di Matteo Genovesi e De Cesare in campo per liberare la città dal sistema di nepotismo, in «MarsicaLive» 17 marzo 2017. «l’ex assessore con l’ex sindaco comunista Mario Spallone, l’imprenditore del mondo dello sport Nazzareno Di Matteo, con la civica “Libertà è partecipazione”», in F. Tronca, Elezioni Avezzano: De Angelis, “Io civico, come Macron, dinamico e concreto”, in «AbruzzoWeb» 9 maggio 2017. Appare poi il suo nome e cognome tra i membri di un comitato per le primarie del Partito Democratico: Nasce in città il comitato “Adesso sto con Renzi”. Promotore Roberto Lucantonio, in «MarsicaLive» 21 aprile 2017. È un caso di omonimia? Altra domanda, ma su Libertà è partecipazione: che fine ha fatto la lista con gli altri due «di destra» (Genovesi e De Cesare)?

«Antonio Gemini, ex consigliere ed assessore nelle precedenti amministrazioni, ha scelto di appoggiare il candidato sindaco Giovanni Di Pangrazio», si trova sulle testate locali del 4 maggio 2017. Quali amministrazioni se è lecito? Basta cercare su internet; quel nome e quel cognome appaiono ad esempio in: Pdl [Popolo della Libertà, Berlusconi] Avezzano: aderiscono 18 consiglieri più il sindaco, in «PrimaDaNoi» 25 ottobre 2010. Ci voleva tanto a scrivere Antonio Floris?

«Il segretario cittadino dell’Udc Luigi Gallucci lo ricordiamo nelle scorse elezioni candidato nelle file del centrodestra ed ora in appoggio ed in soccorso del Sindaco uscente. Gli altri (Antonio Di Fabio, Lino Cipolloni eccetera) hanno una trentennale esperienza nel cambiar casacca, perdere le elezioni e poi passare col vincitore», in Elezioni Avezzano. De Angelis: “Non ho mai indossato una casacca politica, altri hanno molta esperienza nel cambiarla”, in «IlFaro24» 1 maggio 2017. (10/22)

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email