Dall’emergenza del terremoto a quella dell’informazione

Site.it apre una propria redazione di emergenza a Villa Sant’Angelo, comune situato vicino all’epicentro della scossa che ha distrutto L’Aquila e devastato buona parte della provincia. La nostra testata è operativa sul terreno già dalla prima ora successiva alla scossa del 6 aprile, coprendo gli avvenimenti, seguendo il dispiegarsi dei primi soccorsi sul territorio e supportando i colleghi che provenivano da fuori zona. Ma oltre all’emergenza terremoto, nei territori colpiti si registra anche una emergenza informativa. Per questo, da ieri, abbiamo aperto questa redazione di fortuna – munita anche di ciclostile – presso il campo da rugby di Villa Sant’Angelo. Oltre a funzionare da centro di appoggio per colleghi di altre testate, lo scopo della redazione è quello di stampare giornali in loco da distribuire sul territorio e dare voce direttamente alle popolazioni locali. Nasce così l’inserto ciclostilato site.it/sollevatiabruzzo, un presidio informativo di base operativo direttamente nelle aree terremotate che va ad aggiungersi alla rete dei nostri giornali ciclostilati locali già operanti in territorio marsicano. Il progetto è appoggiato anche da colleghi di altre testate e associazioni, quali Left-avvenimenti, Terra, liberainformazione, il Martello del Fucino, Circolo Arci Luco dei Marsi, Telejato ecc. Appena montata la redazione, abbiamo avuto una prima conferma della necessità di creare strumenti di comunicazione che diano voce alle popolazioni colpite e che contribuiscano alla ricostruzione del tessuto civile, messo in ginocchio dal terremoto e insidiato dal dopoterremoto. Nel vicino campo gestito dalla regione Emilia Romagna, opera un nucleo dell’associazione Psicologi per i popoli che con i ragazzi del campo stanno creando un giornalino locale: lo stamperanno con il nostro ciclostile.
Angelo Venti
redazione@site.it
336.400 692 – 320. 84 81 994

PER SCARICARE IL FILE PDF DEL NUMERO ZERO DI SITE.IT/SOLLEVATIABRUZZO CLICCA QUI

Sollevati Abruzzo n.ZERO

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email