Dal Coro dei sindaci marsicani: “Ferrovia veloce sindaci uniti”

Riceviamo e pubblichiamo così come ricevuto - e cioè integralmente, senza commenti o nostre rielaborazioni - il comunicato ricevuto dal Comune di Avezzano, in cui si riportano in virgolettato le dichiarazioni di un non meglio specificato "coro di sindaci marsicani". Nel comunicato, pur non specificando le singole voci che comporrebbero tale coro, si precisa però che le stesse voci risponderebbero alla "chiamata all'azione" fatta dal primo cittadino di Avezzano, Gianni Di Pangrazio. Buona lettura.

COMUNICATO STAMPA

Città di Avezzano, Ufficio del Sindaco

Sindaci uniti per la ferrovia veloce. Partita da giocare fino in fondo

Sfida nel segno della ferrovia veloce Roma-Avezzano-Pescara “da giocare fino in fondo” per i sindaci marsicani. All’indomani della chiamata all’azione del primo cittadino di Avezzano, Gianni Di Pangrazio, in linea con la mozione della maggioranza condivisa dal consigliere di minoranza, Iride Cosimati, i sindaci del comprensorio marsicano fanno quadrato sul progetto strategico per il futuro della Marsica e delle aree interne.       

“Sulla partita della ferrovia veloce”, affermano in coro i sindaci marsicani “le aree interne si giocano una chance vitale per il rilancio economico, occupazionale e sociale. Non possiamo perdere questo treno: la possibilità di crescita e di sviluppo delle aree interne passa attraverso la connessione con il sistema infrastrutturale delle grandi direttrici di traffico, come il corridoio europeo sull’asse Barcellona-Civitavecchia-Pescara-Ortona-Ploce”.

Nessun cambio di rotta, quindi, sul progetto della linea ferroviaria ad alta velocità definita una priorità nazionale dall’ex premier, Giuseppe Conte, sostenuto da Movimento 5 Stelle e Partito democratico, ora nella nuova maggioranza guidata da Mario Draghi. Il progetto è stato definito strategico anche dal sottosegretario del MEF, Claudio Durigon. I sindaci marsicani, quindi, al di là delle bandiere, rivendicano il mantenimento del progetto che collega la capitale con la città adriatica via Marsica e Valle Peligna.

 Oltre al fattore economico e occupazionale i primi cittadini mettono in risalto un altro vantaggio del progetto: l’abbattimento dei “tempi di percorrenza sulla strada ferrata. Spostarsi tra Avezzano e Roma entro i 60 minuti”, sottolineano, “favorirà la permanenza e il ritorno dei giovani nel territorio. Le nuove leve, non dimentichiamolo, sono trainanti per costruire il futuro, altrimenti saremo destinati a un inesorabile declino. Per questo, chiunque è interessato al futuro della nostra terra e dei nostri giovani, non può far mancare il convinto supporto alla sfida per la ferrovia veloce Roma-Avezzano-Pescara. Un progetto che velocizzera’ anche i collegamenti per la Valle Roveto”.

da: Paris Dora dparis@comune.avezzano.aq.it

SULLO STESSO ARGOMENTO LEGGI ANCHE:

Print Friendly, PDF & Email