Crisi sanità marsicana: Di Pangrazio senza polemiche

COMUNICATO STAMPA

CRISI DELLA SANITÀ MARSICANA, LA RICETTA DEL SINDACO DI PANGRAZIO: “LA SITUAZIONE RICHIEDE CAPACITÀ E SOLUZIONI SENZA POLEMICHE”

Personale in supporto per recuperare i tracciamenti, migliorare i percorsi di malattia infettiva, tensostrutture esterne, sicurezza per i pazienti e necessità di un laboratorio marsicano. È la ricetta del sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, per affrontare l’emergenza Covid nella Marsica. La provincia dell’Aquila ha visto un aumento di 2500 casi in meno di un mese ed il territorio marsicano è quello più colpito. È un momento delicato e il Sindaco, insieme alla sua squadra, è costantemente al lavoro, con l’obiettivo individuare le misure più idonee per superare l’emergenza.

Il diffondersi del contagio tra gli operatori sanitari sta determinando un preoccupante problema assistenziale, afferma il Primo Cittadino. Sono numerosi i medici e gli infermieri contagiati nei vari reparti; le lamentele sulla gestione del problema da parte della Asl1 sono infinite; l’allestimento della zona grigia non è utile se non c’è personale medico dedicato. Ci sono persone che aspettano il risultato del tampone da settimane e addirittura ci sono problemi legati all’insufficiente approvvigionamento dei DPI tra il personale medico di alcuni reparti. 

Sottolinea con veemenza Di Pangrazio: “La protezione del personale medico deve essere una priorità! La Marsica ha un bacino di 143mila utenti che in questo momento ha bisogno di risposte e di soluzioni certe. Non voglio entrare nella polemica dei ritardi, ma è necessario adottare soluzioni ancora migliori rispetto a quelle già messe in campo. In attesa che vengano effettuate le assunzioni (che ad oggi non sono state mai fatte), il comune di Avezzano e i comuni limitrofi sono disposti a inviare personale amministrativo di supporto alla Asl1, per potenziare il sistema di recupero del tracciamento. È necessario risolvere le criticità della separazione dei percorsi, specie nell’area del pronto soccorso, che risulta sempre sovraffollato. Bisogna creare, quindi, una tensostruttura esterna appositamente dedicata. Ancora, per garantire la massima sicurezza ai pazienti no COVID, è necessario il trasferimento dei pazienti medico-geriatrici a bassa intensità assistenziale nei presidi di Pescina e Tagliacozzo”.

Conclude poi il Sindaco: “Sono mesi che lo dico! Abbiamo bisogno di un laboratorio di esame dei tamponi marsicano! Come rappresentante della Marsica, chiederò al sindaco dell’Aquila,Pierluigi Biondi, un immediato incontro con il Comitato Ristretto dei Sindaci, per affrontare questa emergenza e trovare soluzioni adeguate”.

Questa mattina, intanto, il Sindaco di Avezzano incontrerà i propri omologhi di Tagliacozzo, Pescina e Celano, in una riunione straordinaria nella quale valutare al meglio le azioni da intraprendere per la tutela del territorio.

Dora Avv. Paris – Collaboratrice personale del sindaco di Avezzano

Print Friendly, PDF & Email