Coronavirus – Marsilio in confusione: Regione Abruzzo si rimangia disposizione su uso mascherine in ufficio

"Tanta è la confusione sotto il cielo", ma la situazione, in stato di emergenza, dunque non è eccellente...

A quanto pare le stesse strutture locali dello Stato stentano a comprendere che una emergenza è stata dichiarata dal Consiglio dei ministri, con tanto di nomina di un Commissario. Regioni e articolazioni locali dello Stato dimostrano di ignorare cosa questo significhi e ognuno sembra procedere per proprio conto.

Ora è la volta della Regione Abruzzo, guidata dal Presidente Marco Marsilio. Nel giro di pochissimo tempo si sono rimangiati una disposizione appena assunta in tema di uso di mascherine per gli utenti di uffici pubblici.

Questo il testo della nuova nota diffusa dalla Regione Abruzzo:

A seguito di confronti svolti in queste ore con le Autorità competenti ministeriali e di Protezione civile nazionale, si è reso opportuno annullare la disposizione, precedentemente annunciata, circa l’uso delle mascherine per l’utenza che accede all’interno degli uffici della Regione, in attesa di specifiche comunicazioni ministeriali. Restano, nel frattempo, valide tutte quelle misure e raccomandazioni in materia di contagio, diramate dal Ministero della Salute, soprattutto riferite ai luoghi pubblici particolarmente a rischio”.

***

VAI ALLA SEZIONE SPECIALE – EMERGENZA CORONAVIRUS

***

Print Friendly, PDF & Email