Coronavirus, Abruzzo – Marsilio,”su ‘Caso Liris’ sciacallaggio; invito l’assessore a vagliare querele per diffamazione”

Trattandosi di una scelta personale non ha bisogno del permesso di nessuno. Come abbiamo commentato pubblicamente più volte quando una persona fa un atto nobile se non si ha la forza di applaudire si stia in silenzio piuttosto che sciacallare. Qualcuno ha anche diffamato l’assessore, che invito seriamente a valutare l’opportunità delle querele. Raccontare contro il vero che avrebbe avuto il doppio stipendio e che questa cosa gli avrebbe anche incrementato le entrate quando semmai sarebbe stato l’esatto contrario e quando invece ha decido di farlo da volontario, é stata pura diffamazione“. Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, al termine della conferenza stampa con la quale, a L’Aquila, sono stati illustrati i primi provvedimenti presi dopo l’approvazione della legge regionale ‘Cura Abruzzo‘, rispondendo a chi gli chiedeva un’opinione sul caso scoppiato intorno all’assessore regionale Guido Liris e la sua decisione di tornare in corsia scatenando le polemiche delle opposizioni. Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e l’assessore regionale Emanuele Imprudente.

Sullo stesso argomento :

Print Friendly, PDF & Email