Coronavirus – Abruzzo: Marsilio convoca sindaci per coordinare misure da adottare

il Comitato ristretto dei sindaci si è riunito ieri sera, martedì 25 febbraio, convocato dal Presidente della Regione Marsilio. Oggetto dell’incontro, tenutosi a Palazzo Silone a L’Aquila, la” valutazione degli atti, dei poteri e delle comunicazioni da mettere in campo nell’emergenza Coronavirus”.

Presenti all’incontro anche i rappresentanti delle Prefetture, i Direttori delle Asl e gli assessori alla Sanità, Bilancio e Agricoltura dell’Abruzzo.

L’incontro e i temi discussi sono da interpretare come un buon segnale

Dopo lo sbandamento e i contrasti registrati nei giorni scorsi tra i vari poteri e articolazioni dello Stato – alcuni dei quali hanno dato prova di non comprendere lo “Stato di eccezione” che si istaura con la dichiarazione dell’emergenza – sembra che la macchina inizi a funzionare. Meglio tardi che mai.

In questo senso, a indurre all’ottimismo, sono le parole dello stesso Marsilio:

“Abbiamo incontrato i sindaci per coordinare le attività per la gestione di questa emergenza in maniera uniforme per evitare che ci siano interpretazioni singolari o particolari su come si affronta l’emergenza.

Nella giornata di oggi siamo stati impegnati con il governo nazionale nell’individuare linee comuni. E’ appena finita una  riunione in video conferenza con tutte le Regioni italiane per condividere uno  schema di ordinanza che il governo sta mettendo a punto per uniformare i comportamenti delle regioni fuori dall’area del contagio da coronavirus che dovrebbe essere emanata in serata, le cosiddette Regioni senza cluster, ovvero che non hanno focolai interni di Coronavirus e tra queste rientra l’Abruzzo.

Si sta definendo una serie di misure per fare in modo che non ci siano difformità sul territorio.

Occorre tenere alta la vigilanza e, nello stesso tempo, comunicare e informare la popolazione sulle buone pratiche da seguire gestendo questa emergenza in maniera sicura ed unitaria con tutti gli enti locali coinvolti. Non esiste alcuna disposizione di chiusura delle scuole.”

Fonte: Regione Abruzzo

***

VAI ALLA SEZIONE SPECIALE – EMERGENZA CORONAVIRUS

***

Print Friendly, PDF & Email