Coronavirus, Abruzzo – Marsilio a governo: “linee guida siano cornice per regioni”

Dallo Stato linee guida, ma visto che alla discussione nazionale partecipano anche i territori, e cioé regioni, comuni e province, l’invito rivolto al governo è quello di far sì che queste siano la cornice all’interno della quale lasciare ai territori la facoltà’ di adottarle e applicarle, tenendo conto anche delle particolarita’ e delle condizioni specifiche di ogni regione, magari anche delle singole province o delle realta’ produttive che caratterizzano un determinato territorio“.

Ad affermarlo il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, nel punto stampa tenutosi al termine dell’incontro avuto ieri con le associazioni di categoria per concordare fasi, tempi e modalità per la ripartenza dopo il 4 maggio. Incontro cui hanno preso parte anche l’assessore regionale alle attività produttive, Mauro Febbo, e il sottosegretario alla presidenza Umberto D’Annuntiis. Il primo di una serie di incontri che da domani vedranno partecipare alla cabina di regia i rappresentanti delle singole realtà produttive del territorio, ha spiegato Marsilio, al fine di “raccogliere idee e suggerimenti e portarli sul tavolo nazionale“.

È difficile fare un vestito che vada bene a tutti – ha quindi proseguito Marsilio sottolineato che la richiesta avanzata al Governo è condivisa da tutte le Regioni – servono linee guida da parte del Governo su come si adottano dispositivi di protezione individuale, su come e dove vanno utilizzati e di che livello; quali sono le distanze e le condizioni essenziali per garantire la sicurezza” definendole, ha aggiunto “attività per attività. Ma poi – ha concluso il Governatore – ci sono tanti dettagli che possono essere gestiti dai territori“.

Print Friendly, PDF & Email