Coronavirus, Abruzzo – Marsilio, “400 milioni di Euro? pochi e distribuiti in modo umiliante”

Per il presidente della Regione Marco Marsilio i 400 milioni stanziati con il Decreto di Governo per distribuire beni alimentari alle fasce debole della popolazione sono non solo “scarsi“, ma vanno ad aggravare il carico delle attività amministrative e burocratiche dei Comuni, la gran parte dei quali “già messi a dura prova“, senza contare che le modalità di erogazione “rischiano di essere persino umilianti“.

Non è il tempo dei buoni-spesa o pacchi alimentari“, afferma Marsilio che chiede che le risorse siano accreditate direttamente sui conti correnti delle famiglie in difficoltà e di tutti “quei soggetti costretti a rimanere senza lavoro e senza reddito, senza burocrazia e senza indugio. Anche il fondo di 4,3 miliardi girato subito da Conte ai Comuni è in verità una somma già esistente in Bilancio, che lo scorso anno venne accreditato nelle stesse modalità e negli stessi tempi ai Comuni stessi – prosegue – con il quale i Comuni già affrontano la normale marginalità sociale. La crisi apocalittica che stiamo vivendo – conclude il Governatore dell’Abruzzo – ha bisogno di nuove risorse e di numeri imponenti, non si combatte con piccoli interventi e timide anticipazioni“.

Print Friendly, PDF & Email