Coronavirus – Abruzzo, Lanciano e Vasto non saranno Covid Hospital

Cambia la mappa degli ospedali Covid-19 in provincia di Chieti. Lanciano e Vasto non accoglieranno pazienti colpiti dal Coronavirus. E’ quanto deciso al termine dell’incontro avuto dal direttore generale della Asl con il Comitato ristretto dei sindaci, riunito via Skype.

I casi, a seconda della complessita’, saranno quindi accolti negli ospedali di Ortona e Atessa, con quello di Chieti dove saranno invece ricoverati i malati piu’ gravi. Una scelta derivata dopo l’accertamento dell’idoneita’ dei singoli presidi in base alle risorse a disposizione e dunque anche la garanzia dell’assistenza.

E’ caduta dunque su Ortona la scelta di accogliere pazienti Covid-19, in virtu’ delle professionalita’ gia’ presenti, compresi anestesisti e rianimatori in grado di garantire assistenza ventilatoria invasiva o di supporto ai malati che dovessero averne bisogno. Ad Atessa, invece, in quanto ospedale di prossimita’, potranno andare i casi con pochi sintomi, sempre tenendo aperta la possibilita’ di intensificare il livello assistenziale attivando un’area subintensiva e la rianimazione dopo che il personale sara’ stato adeguatamente formato e affiancato da altre unita’. Per questo proseguono i lavori di adeguamento e la creazione dei filtri che permetteranno al personale di entrare ed uscire in sicurezza.

Infine Vasto, che non sara’ identificato esclusivamente come Covid Hospital dato che eroga funzioni di Dea di I livello in una zona di confine, con prestazioni rientranti tra quelle tempo-dipendenti.

Alla videoconferenza di oggi hanno partecipato, oltre a Schael, Umberto Di Primio, Mario Pupillo, Francesco Menna e Massimo Tiberini, rispettivamente sindaci di Chieti, Lanciano, Vasto e Casoli.

Print Friendly, PDF & Email