Coronavirus, Abruzzo – In tre comuni scatta l’obbligo di coprire il volto con mascherina o altro dispositivo

Arriva l’ordinanza del presidente della Regione Marco Marsilio con cui si recepiscono i provvedimenti adottati dalle tre amministrazioni comunali di Pescara, Montesilvano e Spoltore che a lui si erano rivolti per ottenerla. E tra le misure prese c’é anche l’obbligo della mascherina, o “in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca“.

Misure particolarmente restrittive “che più in generale – si legge in una nota del Comune di Pescarapermettono di delimitare con certezza il solco delle competenze già indicate nei decreti del Governo centrale“. Misure per lo più già note che ora, però, sono state ufficializzate a cominciare dalla chiusura al pubblico dei cimiteri comunali, dei parchi, le aree gioco, le ville e giardini pubblici e le aree verdi comunali. Confermata inoltre la sospensione dei mercati rionali all’aperto e di tutti i mercati coperti dalle 14 in poi. Mercati coperti dove, comunque, non potranno essere somministrati alimenti e bevande a meno che non siano addetti alla vendita di tali prodotti. Tra le altre misure anche l’obbligo per il personale impiegato nelle attività a contatto con il pubblico di indossare le mascherine. Confermato anche il divieto di praticare attività motorie o sportive all’aperto e di circolare a piedi o in bici se non per ragioni lavorative, di salute e di necessità con la spesa che comunque va fatta ad una distanza non superiore al chilometro dall’abitazione, a meno di impossibilità. Stessa cosa per chi torna o si reca a lavoro. Per i cittadini resta anche l’obbligo di fare sempre il percorso più breve per andare da casa a lavoro e viceversa.

Print Friendly, PDF & Email