Consiglio comunale di Tagliacozzo – La minoranza diserta l’aula; Giovagnorio, “gesto gravissimo ed irrispettoso in un momento in cui non si dovrebbero sollevare polemiche”

COMUNICATO STAMPA

Si è svolto oggi a Tagliacozzo, nell’aula Consiliare, nel pieno rispetto delle disposizioni igieniche e del distanziamento interpersonale per l’emergenza della pandemia da Covid-19, il Consiglio comunale convocato dalla Presidente Anna Mastroddi. Molti ed operativi i punti all’Ordine del giorno che sono stati trattati ed approvati. Tra gli altri la ratifica della delibera di Giunta n. 24 del 13 febbraio scorso per dare il via ad altri lavori di riqualificazione del Centro storico. Mentre la Giunta comunale ha già varato i provvedimenti per far ripartire a pieno regime tutti i cantieri interrotti, in primis quello dell’erigendo nuovo Campus scolastico. Sono previsti inoltre, appena sarà possibile ricominciare a lavorare, la riqualificazione di molte strade nelle Frazioni e nelle Contrade, nel centro e nella periferia del Capoluogo. Tra questi: i marciapiedi della Torretta e il marciapiede sud-ovest di Piazza Duca degli Abruzzi (dalla farmacia D’Alessandro all’Ufficio Postale), Via dei Molini con Largo Capoccio, i marciapiedi di Via San Sebastiano e di Via XXIV Maggio.

All’inizio dell’assise pubblica (ove comunque è stato consentito anche l’accesso del pubblico, in numero ridotto in base agli spazi) il Sindaco e l’Assessore ai Lavori Pubblici Roberto Giovagnorio hanno voluto mettere a verbale due dichiarazioni prendendo atto dell’ennesima assenza dei Consiglieri di minoranza e della Consigliera Marlotta che, in questo momento così particolare, disertano le sedute consiliari ma non mancano di presenziare con sterili e ridicole polemiche sulle prime pagine dei siti di informazione locale.

Il Consiglio comunale è stato convocato regolarmente e adottando tutte le precauzioni sanitarie necessarie; non può essere paragonato a cerimonie religiose perché quest’ultime sono regolamentate a parte da un’apposita circolare del Ministero dell’Interno e non può neanche essere paragonato alle dirette facebook che il Sindaco ha tenuto nelle prime tre settimane dell’emergenza, per aggiornare ed informare costantemente i cittadini sugli sviluppi della pandemia e sulle iniziative intraprese. Tra l’altro la richiesta di svolgere l’Assise comunale in modalità telematica è giunta tardivamente a neanche 24 ore dall’inizio del Consiglio stesso. E’ gravissima e irrispettosa del mandato ricevuto dai Cittadini questa forma di totale assenteismo, mascherato da “protesta”. In questo difficile momento per la nazione e il mondo, né si dovrebbe essere assenti – chi è assente ha sempre torto – né si dovrebbero sollevare polemiche.

Le minoranze e la Consigliera dissidente disertano i consigli comunali perché non vogliono ascoltare e non saprebbero argomentare le innumerevoli attività poste in essere dall’Amministrazione sia riguardo all’ordinario, sia riguardo all’attuale situazione di emergenza. Non sono apparsi un solo minuto in Comune e non hanno data la benché minima disponibilità a supporto dell’immane lavoro che questa situazione inedita, grave e imprevista ha comportato per l’Amministrazione.

Il Sindaco Vincenzo Giovagnorio ha quindi dato lettura della relazione che qui di seguito si riporta in sintesi.

Circa la possibilità di porre in atto aiuti diretti o indiretti alle imprese, alle attività commerciali e alle partite iva in generale del Territorio comunale si osserva quanto segue:

  • L’attuale quadro normativo nazionale e regionale non consente al momento (24 aprile 2020) un intervento di ridimensionamento o di azzeramento delle imposte dovute all’Ente comunale.
  • Nei vari D.P.C.M. emanati fin dall’inizio dell’emergenza dovuta alla pandemia per il Covid-19 si rinvengono tracce di disponibilità da parte del Governo nazionale a intraprendere iniziative mirate al sostegno delle categorie maggiormente colpite e in difficoltà.
  • Circa le citate attività, costrette a chiudere in adempimento delle normative di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, è molto probabile che il Governo nazionale proponga al Parlamento, oltre che la conversione in legge dei D.P.C.M. emanati a riguardo, ulteriori misure che annullino la parte dovuta per questi mesi di chiusura forzata. Ciò vale per la Ta.ri. in quanto in questi mesi la mancata apertura delle attività ha comportato una mancata produzione dei rifiuti e vale altresì per la T.o.s.a.p. poiché allo stesso modo la mancata apertura di bar, ristoranti, tavole calde, banchi di mercati ecc. ha comportato la mancata occupazione del suolo pubblico e il mancato utilizzo di tavoli, sedie, dehors, banchi, espositori ecc. all’aperto.

L’Amministrazione comunale, al di là di slogan propagandistici e di titoli sensazionalistici, porrà in atto esclusivamente azioni concrete e attuabili secondo legge a sostegno delle imprese, delle attività commerciali e delle partite iva del Territorio comunale.

Nulla è stato lasciato al caso in questo periodo di emergenza: dalla immediata chiusura del centro anziani, dei parchi, del teatro e degli altri edifici pubblici, alla chiusura alla pubblica frequentazione degli uffici comunali, che tuttavia sono rimasti sempre operativi efficaci ed efficienti con una maggiore economicità e risparmio di risorse, avendo subito attivato la modalità di smart-working. In molti casi si è anche precorsa l’adozione di interventi atti al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Sin dai primi giorni dell’emergenza, ci si è attivati coinvolgendo i responsabili dei vari ambiti amministrativi dell’Ente, per individuare esigenze e priorità, nell’affrontare questa prima fase di totale chiusura e limitazione della libertà di movimento. In special modo, oltre a tutte le operazioni poste in essere per l’emergenza in questi primi due mesi, siamo stati fin da principio e siamo in continuo contatto l’Area Finanziaria per quanto riguarda l’attuazione di misure ad hoc circa le problematiche economiche e tributarie.

Siamo altresì già operativi – ha proseguito il Sindaco – e stiamo studiando l’adattamento delle future disposizioni del Governo per la fase n. 2 che comporterà maggiore libertà nei movimenti e che a Tagliacozzo vedrà l’arrivo dei turisti e di coloro che posseggono una casa vacanza, nonché la ripartenza e l’organizzazione secondo le nuove disposizioni della prossima stagione estiva. Efficiente, fulminea ed equa è stata la modalità con la quale l’Assessore alle politiche sociali e il Dirigente amministrativo comunale hanno costruito il bando per l’assegnazione dei bonus-spesa in favore delle famiglie in difficoltà, a mezzo della sovvenzione e ripartizione di circa 50.000 euro pervenuta dallo Stato. Due tornate di bonus spesa sono state erogate già venerdì 3 aprile e ancora venerdì 10 aprile scorsi. Efficace ed efficiente anche e soprattutto il coordinamento con le associazioni locali di volontariato quali il N.O.V.P.C. e la C.R.I. In riferimento a quest’ultima desidero sottolineare l’intensa attività posta in essere e inerente aiuti alimentari alle famiglie in difficoltà senza alcuna limitazione o complicanze burocratiche: il progetto della “Spesa sospesa”. Tempestiva è stata la risposta e la capacità di gestire e distribuire presidi medici e chirurgici unitamente alle mascherine sartoriali, tutti provenienti da donazioni di privati cittadini, aziende ed autotassazione degli Amministratori di maggioranza. Sono state distribuite ai presidi ospedalieri di Tagliacozzo, Avezzano, al personale del 118 di Tagliacozzo, al Tribunale, alla locale Compagnia dell’Arma dei Carabinieri, ai Dipendenti comunali e al Comando della Polizia Municipale, nonché a tutti i cittadini che ne hanno fatto richiesta. Numerose atri dispositivi di protezione individuale sono in arrivo e saranno destinati alle esigenze del momento”.

Il Sindaco ha inoltre ringraziato a tal riguardo gli Assessori Giuseppe Mastroddi e Roberto Giovagnorio che volontariamente hanno supplito la carenza di personale amministrativo addetto a svolgere questo servizio di consegna a domicilio.

Ripetuti interventi di sanificazione sono stati coordinati dall’Ufficio tecnico comunale a mezzo della compartecipata Segen spa e, previa richiesta alla sala operativa regionale della Protezione Civile, con l’attivazione del locale nucleo operativo di volontari per le strade a maggiore frequentazione del Capoluogo e delle Frazioni. Inoltre è stato effettuato un primo ciclo di sanificazione all’ozono dei locali del Palazzo municipale, sede operativa degli uffici dell’Ente e del C.o.c.

I Dipendenti tutti, gli amministratori frequentanti la struttura sono stati sempre dotati delle mascherine, dei guanti e di gel igienizzanti.

Compatibilmente alle contingenze delle riduzioni degli orari lavorativi, della presenza degli operatori e nel rispetto delle norme di distanziamento interpersonale, sono stati portati avanti numerosi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, tra cui la potatura delle piante e la diserbazione delle strade del Capoluogo e delle Frazioni. Sono state messi a dimora piante e fiori nelle aiuole e nelle fioriere, come ormai da consuetudine per l’inizio della stagione estiva.

E’ stato garantito lo svolgimento, sia pure a porte chiuse, della festa del Volto Santo e della Municipalità, come sarà celebrata la ricorrenza del 25 aprile, festa della Liberazione con l’omaggio di una corona di alloro al Monumento ai Caduti e un video messaggio celebrativo inviato dall’On. Antonino Attili, Cittadino onorario di Tagliacozzo e Deputato emerito al Parlamento italiano.

Ringrazio l’Assessore alla Cultura Chiara Nanni – ha concluso il Sindaco Vincenzo Giovagnorioper il supporto e l’operatività nella valutazione e nelle possibilità di svolgimento di tutte le manifestazioni culturali, ricreative ed artistiche, in special modo per quelle del Festival Internazionale di Mezza Estate. Abbiamo contezza del lavoro che l’Assessore Nanni, unitamente al Direttore artistico Jacopo Sipari, sta svolgendo in collaborazione con l’Associazione Italiafestival che raduna i 30 festival più prestigiosi d’Italia. Un particolare ringraziamento al Consigliere Danilo Iacoboni, sempre presente e sempre disponibile nel gestire, in questo particolare momento di emergenza, l’informazione dell’Ente comunale, con la gestione operativa del Sito istituzionale e delle pagine dei Social network. La continuità delle attività e dei progetti in itinere è assicurata dalla presenza costante di Amministratori, Responsabili e tecnici che mai hanno smesso di lavorare”.

Staff sindaco Giovagnorio

Print Friendly, PDF & Email