Collarmele – Tre impianti, 3 soggetti giuridici diversi, stesse persone fisiche. E un fiume di soldi nostri

di Angelo Venti e Claudio Abruzzo

Tre impianti, 2 per la produzione di biometano e un parco fotovoltaico, tutti in un solo comune, Collarmele. Proprietari risultano tre soggetti giuridici diversi che intascano dal Gse milioni di euro di incentivi. Ma, a guardar bene dentro le società, spuntano le stesse persone fisiche e un indirizzo: Roma, via Lanciani 69.

Un intreccio societario che merita di essere analizzato

Ad amministrare le società è sempre la stessa persona, Elena Stefani. Insieme ad Alessandro e Francesco Tramontano, la Stefani controlla il 52,5 % della Think eco agri società agricola srl (impianto per la produzione di biogas in funzione a Collarmele); il 50% della Think eco srl (campo fotovoltaico a Collarmele); il 67% della Make energy società agricola srl (impianto per la produzione di biometano, sempre a Collarmele: il progetto è in attesa di approvazione alla Regione). Tutti e tre risultano domiciliati in via Lanciani 69, Roma.

Impianto biometano Think Eco Agri società agricola

Si tratta di un impianto già in funzione da diversi anni: produce biogas ed è alimentato a biomasse. Si trova lungo la statale SS. 83, in territorio di Collarmele, a ridosso del confine con quello di Pescina: è lo stesso impianto che – come abbiamo già segnalato QUI – sversa i liquami prodotti nei terreni circostanti.

Secondo il GSE – Gestore dei Servizi Energetici –negli anni 2014-2018 la Think Agri società agricola srl, solo per questo impianto, avrebbe incassato incentivi per 9 milioni e 800mila euro.: una media di 2 milioni 450mila euro l’anno.

La società proprietaria – La Think Eco Agri società agricola srl nasce nel giugno 2011 ed ha sede legale a Pescina in località Marinacci SS. 83 snc. Presidente del consiglio di amministrazione è Elena Stefani con domicilio a Roma, via Rodolfo Lanciani 69, consigliere delegato Francesco Tramontano, entrambi con domicilio a Roma, via Rodolfo Lanciani 69. Il capitale sociale è di 10mila euro e risulta così diviso: 95% Think eco srl; 5% Francesco Tramontano, nato nel 1991. Nella storia delle modifiche societarie, risulta che dal dicembre 2013 la proprietà di tutte le quote della srl risulta gravata dal Pegno posto dalla Banca popolare di Bari.

Parco fotovoltaico Think Eco

Il Parco fotovoltaico è sempre in comune di Collarmele: la potenza incentivata è di 1Mw ed è in esercizio dal giugno 2011. Accede agli incentivi previsti per il terzo conto energia.

Nel triennio 2015/2016/2017 la Think eco srl ha percepito dal Gse 1 milione e 97mila euro, una media di 365mila euro l’anno. Gli incentivi restano in vigore per 20 anni.

La società proprietaria – La Think eco srl nasce nell’aprile 2009 con sede legale a Roma via Circonvallazione Nomentana 136, poi trasferita nel luglio del 2014 a Collarmele località la Forma SS. 83 snc. Due le sedi secondarie: Collarmele località Marinacci snc e Roma via Lanciani 69. Amministratore unico Elena Stefani con domicilio a Roma, via Lanciani 69. Il capitale sociale è di 10mila euro, così suddiviso: 25% Daniele Speziale; 25% Rosario Megliola; 50% Imago srl, con sede legale in Roma via Circonvallazione Nomentana 136.

Imago srl – Questa società detiene il 50% delle quote della Think eco srl. Costituita nel 1997, ha sede legale a Roma in Circonvallazione Nomentana 136 e, dal 2006, una sede secondaria in via Lanciani 69. Amministratore unico Elena Stefani, capitale sociale 10.200 euro così suddiviso: 50% Elena Stefani; 50% Alessandro Tramontano.

Impianto biometano Make energy società agricola

Per il momento è solo un progetto in attesa di autorizzazione da parte della Regione. E’ il terzo di questo tipo, tutti e tre localizzati nel raggio di un chilometro in territorio di Collarmele, a ridosso dei confini comunali di Pescina e San Benedetto dei Marsi.

Ne abbiamo già parlato QUI

Si tratta di un impianto da 1 Mw di potenza a digestione anaerobica alimentato con 80mila tonnellate l’anno di matrici vegetali, zootecniche e anche con la Frazione organica del rifiuto urbano differenziato, la cosiddetta FORSU. A presentare il progetto è la Make energy società agricola srl.

Make energy società agricola srl – Costituita nel maggio 2018 ha sede legale a Collarmele, via Fonte nuova 73. Presidente del consiglio di amministrazione Elena Stefani, consigliere Alessandro Tramontano (entrambi domiciliati in Roma, via Lanciani 69), Daniele Speziale e Raffaele Tramontano. Il capitale sociale è di 11.333 euro, di cui 10mila versati. Le quote sociali risultano così divise: 34% Elena Stefani; 33% Alessandro Tramontano; 33% Daniele Speziale.

ARTICOLI SULLO STESSO ARGOMENTO:

SULLO STESSO ARGOMENTO:

SPECIALE – Energie alternative nella Marsica

Print Friendly, PDF & Email