Capistrello – Nuovo rinvio udienza preliminare per campo sportivo

Capistrello – Tra amministratori e tecnici comunali, sono ben 18 gli indagati che il prossimo 10 aprile dovranno tornare di nuovo davanti al Gup del tribunale di Avezzano, dottoressa Maria Proia, per difendersi dalle accuse di falso ideologico e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.

I fatti contestati agli indagati risalgono al lontano 2011 e sono relativi all’appalto da 511mila euro per il rifacimento del manto in erba sintetica del campo sportivo comunale. Secondo l’accusa inizialmente mossa dal Pm Guido Cocco, sostituito poi dal Procuratore Andrea Padalino, gli indagati avrebbero favorito illecitamente la ditta Unieco Sport nell’aggiudicazione dell’appalto: sotto la lente degli inquirenti alcune comunicazioni via mail tra l’ex sindaco Antonino Lusi, il Rup Dario Bucci e Angelo Eunini, rappresentante della ditta aggiudicatrice.

Nel mirino in particolare una mail, datata 12 settembre 2011, che secondo l’accusa rappresenterebbe la prova delle collusioni tra il sindaco e la ditta. Questo il testo:

Egr. sig. Sindaco, invio uno schema di invito e di valutazione tecnica x le gare d’appalto dei campi in erba sintetica. Può prenderci spunto ed integrarlo con quello che sta facendo il vs. geometra. Con questo schema può ottenere la maggiore qualità tecnica da chi si aggiudica la gara. Se ha piacere, possiamo vederci prima della pubblicazione della gara. Questo è un altro indirizzo per mandare l’invito [,,,]. A disposizione per qualsiasi chiarimento in merito. Grazie e cordiali saluti. Angelo Eunini.

Secondo la ricostruzione dell’accusa – che appare per la verità abbastanza ardita – l’Eunini avrebbe suggerito al Rup Dario Bucci di inserire nello schema di lettera di invito taluni requisiti tecnico organizzativi necessari per l’ammissibilità alla gara (la certificazione SOA categoria OS6) in possesso della ditta Unieco Sport, consentendo alla stessa di aggiudicarsi indebitamente la gara d’appalto.

Questa sarebbe la prova della corruzione tra il sindaco e il signor Eunini – afferma l’avvocato Roberto Marino, difensore del rappresentante legale della ditta – un’accusa infondata, sia perché il sindaco non ha poi incontrato il mio assistito e sia perché il tecnico Bucci, a cui il primo cittadino ha prontamente girato la comunicazione, non ha poi applicato lo schema indicato nella mail. Preciso inoltre che si fa riferimento a fatti ampiamente prescritti”.

Nelle memorie difensive esibite, i legali degli indagati hanno ribadito con forza l’infondatezza delle accuse e additato la lungaggine del procedimento che doveva essere già concluso con l’archiviazione: molti dei reati contestati infatti sono andati in prescrizione, mentre altri si prescriveranno nel prossimo febbraio.

Segnaliamo che ieri era presente in aula assieme all’ex sindaco Lusi e all’ex assessore Francesco Piacente anche il dipendente dell’Ufficio tecnico del comune Dario Bucci che – seppur con diverse parti in commedia – tra uffici della procura e aule di tribunale è ormai una presenza familiare. Infatti il geometra Bucci – che in questo di processo è presente nel ruolo di indagato – nell’altra clamorosa inchiesta che nel novembre scorso ha portato all’arresto del sindaco Franco Ciciotti e alla caduta della sua Giunta, figura invece come Superteste della Procura.

Ricordiamo infine che Bucci, nelle ultime settimane, è stato al centro di un altro clamoroso fatto di cronaca: sarebbe stato il destinatario di una lettera contenente minacce di morte, episodio che avrebbero spinto la Prefettura a disporre a sua tutela delle misure di vigilanza.

Una curiosità – Diversi degli indagati e imputati di queste due inchieste dovrebbero figurare anche tra i candidati della tornata elettorale con cui i cittadini di Capistrello eleggeranno nel maggio prossimo il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale.

LEGGI ANCHE:


Inchiesta di Capistrello – Dario Bucci, la “terza campanella” della Procura (4)

Mani pulite nella Marsica – Tagliacozzo: il “peccato originale” di un’inchiesta esemplare (3)

Capistrello – Tangenti al cimitero: ’A livella della Procura (2)

Capistrello e Tagliacozzo, radiografie di due inchieste esemplari (1)

« Esiste, dunque, un giudice a Berlino ». Mannaia del GUP sull’inchiesta di Tagliacozzo: la sentenza

Inchiesta di Tagliacozzo: una giornalista come “agente provocatore” della Procura?

TAGLIACOZZO – L’inchiesta si sgonfia: le decisioni del GUP e le dichiarazioni dei difensori degli imputati

Capistrello, “La trattativa” – Udienza del riesame …e Ciciotti si dimette

Capistrello – “L’Asservimento della stampa alla politica” sotto la lente deformante della Procura

Inchiesta di Capistrello: le cose che non si dicono

CAPISTRELLO – Arresti all’alba, impegnati 50 carabinieri

ARRESTI DI TAGLIACOZZO – Il braccialetto del sindaco

Print Friendly, PDF & Email