CAM “Operazione Verità” – Procura: a giudizio l’ex revisore Felicia Mazzocchi e la giornalista Tirabassi

L'onda lunga dello tsunami Cam finisce per travolgere chi ha innescato la "Operazione verità". Il muro d'acqua si infrange sulla Procura e l'onda di ritorno risucchia l'ex Revisore del Cam e l'allora addetta stampa del Comune di Avezzano

La Procura di Avezzano cita a giudizio l’ex revisore del Cam Felicia Mazzocchi e la giornalista Magda Tirabassi, addetta stampa del Comune di Avezzano all’epoca della Giunta De Angelis.

A disporre, al termine delle indagini preliminari, il Decreto di citazione diretta a giudizio è il Pm della Procura della repubblica di Avezzano Maurizio Maria Cerrato. Le due imputate, difese rispettivamente dagli avvocati Franco Colucci e Domenicantonio Angeloni, dovranno presentarsi il 18 ottobre prossimo davanti al giudice monocratico per difendersi, a vario titolo, dalle accuse di diffamazione, diffamazione aggravata anche a mezzo stampa, in concorso tra loro e con la continuazione del reato (art. 110; 81; 81 cpv e 595 del Codice penale).

I fatti contestati risalgono al febbraio del 2018. Secondo l’accusa la Mazzocchi, nella sua qualità di Consigliere Revisore del Consiglio di sorveglianza del Cam dal 2017 al 2019, avrebbe in piu’ occasioni leso l’onore di Paola Attili e Giuseppe Venturini – all’epoca dei fatti rispettivamente ex Presidente ed ex Amministratore delegato del Consorzio acquedottistico marsicano – riferendosi in particolare alle cariche ricoperte all’interno del Cam dalle due persone offese, con l’aggravante dell’attribuzione di fatti specifici.

Secondo il Pm, Felicia Mazzocchi avrebbe redatto una relazione dal contenuto diffamatorio – denominata “Operazione Verità“- che veniva poi propalata in più occasioni e luoghi, con mezzi tra loro differenti e anche attraverso l’invio della stessa all’Assemblea dei soci del Cam.

Secondo l’accusa, la stessa relazione sarebbe stata poi pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Avezzano, dove veniva riportata quale contenuto della pittoresca conferenza stampa tenuta il 28 febbraio 2018 dall’allora sindaco Gabriele De Angelis. GUARDA IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA:

Questi alcuni dei passaggi della relazione ritenuti dall’accusa altamente diffamatori:

Società (il CAM) che ha subito la malagestio della piccola politica. Il primo passo é stato il rinnovamento degli organi del Cam, un manager di grande livello la cui nomina dimostra il nuovo orientamento verso la scelta di ammministratori non già sterilmente legati al mondo della politica, ma con professionalità di riconosciuto livello internazionale – ed ancora – La realtà della due diligence é ben diversa da quanto si legge nei bilanci dal 2014 al 2016 che evidentemente sono stati tenuti artificiosamente in utile. I precedenti amministratori del Cam sottovalutarono o addirittura dolosamente ignorarono la reale situazione del Cam“.

Le dichiarazioni appena riportate, in realtà, non furono rese nel corso della citata Conferenza stampa, ma sarebbero comunque rimaste leggibili da tutti sul sito internet del Comune.

Ed è proprio da tale pubblicazione sul sito istituzionale del Comune che viene l’accusa di Concorso in diffamazione mossa nei confronti della giornalista Magda Tirabassi, che all’epoca dei fatti contestati ricopriva appunto il ruolo di addetta stampa del sindaco Gabriele De Angelis. Secondo gli inquirenti, in tale veste la Tirabassi avrebbe inserito nel sito web del Comune la sopracitata sintesi della relazione della dottoressa Mazzocchi. E sempre secondo gli inquirenti, la giornalista lo avrebbe fatto senza verificarne il contenuto ed i toni offensivi.

VAI ALL’INCHIESTA COMPLETA:

CAM, IL BUCO CON L’ACQUA INTORNO

Print Friendly, PDF & Email