Cam lancia appello alle amministrazioni comunali: “subito ordinanze per regolamentare e limitare l’utilizzo dell’acqua”

Il Cam teme che la situazione, per il momento sotto controllo al livello locale, possa precipitare nelle prossime settimane quando l’ondata di caldo addirittura aumenterà secondo le previsioni e non ci saranno precipitazioni.

COMUNICATO STAMPA

Appello del Cam alle amministrazioni comunali: emanate ordinanze per la regolamentazione e limitazione dell’utilizzo dell’acqua.

La carenza di piogge e le temperature alte registrate in questi giorni stanno mettendo a dura prova il sistema idrico. La siccità è ormai cronica in alcune zone e, in vista dei mesi più caldi della stagione e soprattutto quelli in cui nella Marsica si registra da sempre una maggiore affluenza, il Consorzio Acquedottistico Marsicano ha deciso di lanciare un appello alle amministrazioni comunali chiedendo di fare fronte comune per evitare futuri disagi.

Alla luce di quanto sta accadendo nel territorio nazionale, circa la forte crisi idrica che ha colpito diverse zone”, ha spiegato Roberto Camasso, responsabile dell’ufficio tecnico del Consorzio, “considerato il perdurare delle alte temperature estive, associato alle scarse precipitazioni a carattere piovoso, riteniamo opportuno sensibilizzare tutte le amministrazioni comunali, affinché in sinergia con il gestore predispongano ogni azione al fine di contrastare il verificarsi di situazione di emergenza idrica”.

Il Cam teme che la situazione, per il momento sotto controllo al livello locale, possa precipitare nelle prossime settimane quando l’ondata di caldo addirittura aumenterà secondo le previsioni e non ci saranno precipitazioni.

È opportuno sollecitare l’emanazione di ordinanze sindacali”, ha continuato Camasso, “al fine di disporre i divieti dell’impiego dell’acqua potabile per finalità diverse da quella della concessione e dar modo agli organi di controllo, in particolar modo la Polizia locale, di poter reprimere eventuali condotte abusive che altrimenti rimarrebbero prive di sanzioni”.

Il Consorzio acquedottistico marsicano ha inoltre ricordato che “in questo periodo è vietato irrigare orti e giardini, provvedere al lavaggio di lastricati, di autoveicoli e quant’altro possa determinare spreco per la risorsa idrica destinata al consumo umano”.

Ufficio stampa Cam spa

Print Friendly, PDF & Email