Bracconaggio – Carabinieri forestali sequestrano carabina durante battuta di caccia

COMUNICATO STAMPA

Repressione del fenomeno del bracconaggio. Carabinieri Forestali sequestrano una carabina durante una battuta di caccia la cinghiale. L’arma era utilizzata con un caricatore non consentito.

L’Aquila – Durante i controlli sulla caccia, una pattuglia dei Carabinieri Forestali di Barisciano (AQ) ha proceduto al sequestro di una carabina cal.30-60 con caricatore da dieci colpi, durante una battuta di caccia al cinghiale, in loc. Bosco San Valentino, frazione di Pescomaggiore.

Il proprietario dell’arma, V.E. di anni 68, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, per il reato di caccia con mezzi non consentiti (art.13, Legge 157/1992) poiché la Legge prevede l’uso di tale tipologia di arma con un caricatore contenente al massimo cinque proiettili. Per tale violazione, la pena prevista è un’ammenda fino a 1549.00 euro.

Regione Carabinieri Forestale “Abruzzo e Molise”Gruppo di L’Aquila

Print Friendly, PDF & Email